Uno stand di Gesenu a Pian di Massiano per illustrare le novità. I quartieri interessati

PERUGIA – Cambia il porta a porta per la differenziata e Gesenu organizza stand per informare sulle novità.

Un modo per accompagnare gli utenti in questo momento di cambiamento, spiega l’azienda, con lo stand che sarà collocato ogni sabato, per le prossime quattro settimane (23 e 30 giugno e 7 e 14 luglio) al mercato di Pian di Massiano e al suo interno i cittadini troveranno personale preposto ad informare e chiarire quelli che sono i punti a loro ancora poco chiari.

«Gli stand informativi sono l’ennesima dimostrazione dell’impegno del gestore – spiegano da Gesenu – volto a semplificare ai cittadini le procedure di gestione dei rifiuti anche attraverso, laddove ce ne sarà bisogno, lo studio dei singoli casi. Un impegno già dimostrato con le sei assemblee pubbliche che hanno visto una grande partecipazione dei cittadini, complessivamente più di 1500 cittadini presenti, ed una assemblea mirata ai soli amministratori dei condomini con oltre 50 presenti, attraverso le quali l’operazione di estensione del servizio di raccolta differenziata porta a porta nella prima zona della città compatta del comune di Perugia che interessa i quartieri di Monteluce, Sant’Erminio, Elce, Case Bruciate, Filosofi, Pallotta e Via XX Settembre è stata spiegata a chi in quelle zone ci abita. Durante le assemblee è stato infatti possibile illustrare ai cittadini presenti le nuove modalità del servizio, le modalità di recupero dei rifiuti raccolti ed il ciclo dei rifiuti in ottica di economia circolare ed infine un aggiornamento sulle ultime novità in materia di Tari».

Un’attività informativa che accompagna quella di distribuzione dei contenitori sia dei cosiddetti kit singoli, per le famiglie sino a 4 utenti per civico, che per le famiglie residenti nei condomini attualmente in atto.
La situazione alla data odierna vede una percentuale di utenze singole già consegnate pari al 28 per cento (circa 422). Complessivamente sono state contattate tutte le famiglie con dotazione a kit singoli e lasciati gli avvisi all’utente non in casa. È previsto comunque un secondo passaggio al termine del quale l’utente dovrà recarsi presso gli Uffici Gesenu siti in Via Settevalli, 11 per avere la dotazione dei contenitori prevista.

«Per le utenze condominiali – spiega la direzione Gesenu – è pari a circa 1/3 la percentuale di condomini già serviti (circa 300) con i nuovi contenitori domiciliari dotati di serratura a chiave esclusiva. La consegna dei contenitori condominiali può essere preceduta da sopralluoghi congiunti con gli Amministratori di condominio ed i tecnici incaricati del gestore, al fine di trovare la giusta collocazione. I contenitori sono al momento chiusi. Saranno consegnate le chiavi agli amministratori di condominio i quali provvederanno alla distribuzione ai singoli condomini in tempo utile per l’avvio del servizio. Seguirà nei prossimi giorni la distribuzione dei contenitori anche presso le utenze commerciali. Sono altresì in corso di installazione sul territorio le nuove campane di colore verde, per la raccolta del vetro monomateriale, che potranno essere impiegate fin da subito. Massima attenzione viene prestata nei confronti dell’utenza per realizzare gli obiettivi del progetto nei tempi previsti dal cronoprogramma di attivazione, sia in termini di qualità e di quantità delle raccolte differenziate».

L’attivazione del servizio di raccolta domiciliare nei quartieri interessati è prevista per lunedì 30 luglio, secondo il calendario di raccolta consegnato alle diverse utenze interessate.
Nei giorni successivi saranno gradualmente rimossi i vecchi contenitori stradali, per dare modo alle utenze di adattarsi alle nuove modalità di servizio.

«Nella consapevolezza – chiude Gesenu – che il successo del nuovo sistema non possa prescindere dalla partecipazione condivisa e responsabile dell’intera comunità di riferimento, rivolgiamo, fin d’ora, il nostro ringraziamento a tutti i cittadini per l’impegno che, siamo certi, dedicheranno al nuovo servizio che contribuirà a rendere Perugia una città sempre più pulita e più sostenibile».