Obiettivo: illeciti zero. Funzionerà?

CALVI DELL’UMBRIA (Terni) – Saranno i nuovi ispettori ambientali a verificare il corretto svolgimento delle attività di raccolta differenziata. Il Comune di Calvi dell’Umbria ha infatti approvato “regolamento per l’istituzione del servizio di ispettori ambientali” finalizzato a prevenire, vigilare e controllare il corretto conferimento, gestione raccolta e smaltimento dei rifiuti per la difesa del suolo, del paesaggio e dell’ambiente.

Gli ispettori ambientali, specifica il Comune, sono qualificati come pubblici ufficiali e sono chiamati a svolgere attività di informazione ed educazione dei cittadini sulle modalità di corretto conferimento e smaltimento dei rifiuti. Inizialmente, per ciò che riguarda gli effetti sanzionatori, l’amministrazione ha definito un periodo transitorio di 6 mesi durante il quale gli ispettori di vigilanza si limiteranno a controllare, verbalizzare e segnalare comportamenti illeciti senza attivare la fase di contestazione e sanzionamento.