Sergio De Vincenzi (Misto-Un): «Ridistribuire le risorse economiche e implementare fondi per welfare e promozione del lavoro»

UMBRIA – Povera Umbria. Nel senso stretto del termine, secondo i dati Istat, commentati giovedì dal consigliere regionale Sergio De Vincenzi (Misto-Un): «Dal rapporto emerge che fra quelle del Centro Italia, l’Umbria ha la più alta percentuale di povertà relativa: dall’11,8 per cento di famiglie coinvolte nel 2016 al 12,6 per cento nel 2017)».

«Un dato ancor più preoccupante se confrontato con il 5,9 per cento della Toscana, l’8,8 per cento delle Marche e l’8,2 per cento del Lazio», spiega. Si rende quindi «necessaria e urgente una revisione complessiva della distribuzione delle risorse economiche regionali da parte degli organi di governo e l’implementazione di fondi specificamente destinati al welfare familiare e alla promozione del lavoro, affinché possano offrire maggior respiro ai consumi e alle iniziative economiche», conclude De Vincenzi.