Lesioni e calunnia: a inchiodare l’uomo le telecamere di sorveglianza

TERNI – Attimi di violenza martedì nel parcheggio di un supermercato di Terni. Dove un 60enne si è scagliato contro un altro uomo, di appena tre anni più giovane, picchiandolo al volto e all’addome (provocandogli lesioni allo zigomo) perché colpevole di aver aperto la portiera della propria auto poggiandola su quella del vicino, l’assalitore appunto.

Tanto banale il motivo, tanto aggressiva la reazione del 60enne, ternano. Che al termine della lite per farla franca ha pure pensato di andare a sporgere denuncia nei confronti del malcapitato, ribaltando i fatti e fingendosi vittima. In sostanza, i due si sono denunciati a vicenda. Ed è toccato ai poliziotti dell’ufficio Prevenzione generale e soccorso pubblico ricostruire i fatti, visionando i filmati delle telecamere di sorveglianza del parcheggio, e smascherando di conseguenza l’aggressore. Il 60enne è stato quindi denunciato dalla polizia per lesioni e calunnia. Le ferite riportate dall’altro uomo, poi ricorso a cure mediche, sono state giudicate guaribili in dieci giorni.