POLE POLITIK di MARCO BRUNACCI | I progetti del sindaco per l’ultimo anno del suo mandato, da Fontivegge alla Cittadella giudiziaria all’edilizia scolastica, in un’intervista esclusiva su Tef channel

PERUGIA – Un anno dalla fine del mandato è momento decisivo per un’amministrazione. Il sindaco di Perugia, Andrea Romizi, risponde su Tef channel, in esclusiva alle domande di Marco Brunacci, sicuro che «non io, ma tutti insieme, la squadra che abbiamo messo in campo, pur con i limiti che abbiamo, ma con la passione, la coerenza e il grande impegno, sia riuscita a fermare il declino della nostra città».

Gli impegni per l’ultimo anno sono precisi. Annuncia il sindaco: «Siamo partiti e contiamo di concludere buona parte dei progetti a Fontivegge, abbiamo ormai messo sul binario la realizzazione della Cittadella giudiziaria, ma qui, per i tempi, saranno necessari probabilmente non meno di 5 anni essendo un impegno molto rilevante Ancora: abbiamo un piano per una nuova illuminazione di tante zone della città, il che significa nuove tecnologie per aumentare la modernità e la sicurezza di Perugia».
Ci sarà uno stadio nuovo? «Contiamo di far partire, in stretto contatto con il Perugia calcio, un progetto che attraverso importanti realizzazioni, magari partendo dalle strutture esistenti del Curi, permetta di realizzare un nuovo impianto moderno, con torri e coperture. Non più posti, ma maggior comfort e sicurezza, secondo le nuove esigenze di chi va a vedere il calcio».
Impegni da confermare? «Il piano per la riduzione delle buche in città va avanti, speriamo ancora più rapidamente, con il massimo sforzo, anche i termini di stanziamento di fondi in bilancio». E proprio sul bilancio si farà ancora un passo avanti: «Abbiamo ereditato una situazione davvero difficile, risultati ne abbiamo avuti, ora vanno consolidati».
E nonostante la lotta con i numeri del bilancio, il sindaco promette: «Stiamo lavorando per ridurre la tariffa dei rifiuti». Sarà cancellato il 10% in più messo quest’anno? «Speriamo di fare ancora meglio». Aspettare il prossimo anno per verificare.