I caduti del 1859 e i patrioti fucilati nel 1944: la ricorrenza e una giornata di celebrazioni. Tra Albo d’oro e Giuseppe Evangelisti

PERUGIA – Venti giugno. Una data scolpita due volte sul cuore di Perugia. Che ricorda i suoi morti con una giornata di celebrazioni.

In occasione della ricorrenza del 20 giugno, infatti, il programma prevede alle 10 la deposizione delle corone di alloro al monumento ai caduti del XX giugno 1859 e alla lapide che ricorda i patrioti fucilati nel 1944 in Borgo XX Giugno. Alle 10.45 nel cimitero civico la deposizione di una corona di alloro al monumento ai caduti, quindi, alle 11.30 in piazza Braccio Fortebracci, la deposizione di una corona di alloro sulla lapide in memoria delle vittime di tutti i genocidi.

Alle 12 alla Sala dei Notari le iscrizioni all’Albo d’oro 2018, mentre, alle 17 nella Sala delle Conferenze della Galleria Nazionale dell’Umbria la presentazione dei lavori di recupero degli appartamenti di Aldo Capitini, alla presenza del Sindaco Romizi, del direttore della Galleria Marco Pierini e di Lanfranco Binni, per il Fondo Walter Binni.
Sempre mercoledì 20 giugno, alle 16,45, la Sala dei Notari ospiterà la conferenza di Claudia Minciotti Tsoukas dal titolo “Peppino Evangelisti. Chi?”, seguita alle 17,30 dal concerto vocale e strumentale dei Cantori di Perugia e della Corale Polifonica di Ponte Valleceppi.