Perugia, Art bonus: restaurato il Pozzo di san Francesco

L’inaugurazione in via dei Priori dell’opera, probabilmente medievale, con il Grifo rampante che indicava la potabilità dell’acqua

(riceviamo e pubblichiamo)
di Comune di Perugia

PERUGIA – In attesa del workshop del 14 giugno prossimo, che illustrerà l’esperienza del Comune di Perugia, pioniere ed esempio a livello nazionale, sull’utilizzo di Art Bonus e delle opportunità che ne derivano per il decoro e la cura della città, un altro bene cittadino viene, da oggi, recuperato, proprio grazie alle erogazioni liberali e alla generosità dei perugini.
Si tratta del Pozzo di San Francesco in Via dei Priori, che questa mattina è stato inaugurato dopo il restauro effettuato nei mesi scorsi.

Come hanno spiegato i tecnici del Comune che hanno seguito i lavori, il manufatto è stato pulito, quindi sono state rimosse le numerose stuccature cementizie, sostituite poi da una stuccatura più idonea sul paramento murario in travertino. Infine, a completare il restauro, la revisione cromatica con uno specifico trattamento della superficie. Anche la grata esistente è stata accuratamente spazzolata e trattata con una vernice antiruggine di finitura opaca.
L’intervento è stato reso possibile grazie ai mecenati, Silvia e Roberto Moretti, che hanno donato, insieme ai clienti della loro parrucchieria, i 15mila euro necessari e ha visto impegnati, i progettisti Maria Cristina Timpani, in qualità di direttore dei lavori, l’arch. Fabio Fantucci e il responsabile, l’ing. Fabio Ricci, la Dott.ssa Maria Brucato e la Restauratrice Paola Passalacqua della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria, la restauratrice Silvia Polidori e i tecnici della ditta D-Quadro Sas di Francesca Maria Drisaldi, e gli operai del cantiere a supporto.
Un ringraziamento particolare alla signori Carla Orioli per la gentile concessione dell’acqua.
Il pozzo, di probabili origini medievali, presenta uno stemma con Grifo rampante che indicava ai cittadini che si trattava di un pozzo della rete pubblica cittadina, la cui potabilità era garantita.
La consigliera di FdI Lorena Pittola ha espresso grande soddisfazione per il recupero del Pozzo di San Francesco, tornato, dopo l’intervento di riqualificazione, all’antico splendore. La consigliera, delegata del sindaco per il progetto art bonus, ha sottolineato che ogni inaugurazione di un bene cittadino che torna a splendere rappresenta una grande emozione perché è il modo più bello per far brillare le ricchezze di Perugia.

La consigliera, infine, ha ricordato il programma dei prossimi appuntamento di art bonus:
-Martedì 26 Giugno Sala Rossa Palazzo dei Priori, ore 12.00  Conferenza stampa con i Presidenti  Gruppi Lions Perugia per il finanziamento del Portone Atrio Palazzo dei Priori
-Giovedì 7 luglio ore 18.45 Inaugurazione Portone Sala dei Notari, Sala della Vaccara, terzo portone di Palazzo dei Priori.
-Martedì 10 luglio ore 20.00 Piazza di Monteluce, Inaugurazione Edicola di Monteluce
-Martedì 10 luglio ore 20.30 Piazza di Monteluce, Passeggiata alla scoperta dei beni  Art Bonus 2018, in collaborazione con il progetto “Piedibus”  ASL UMBRIA1
Venerdì 13 luglio ore 18.30 Inaugurazione Monumento ai caduti di Ponte San Giovanni.

Il sindaco Andrea Romizi, presente all’inaugurazione, ha voluto in avvio ringraziare sentitamente Silvia e Roberto Moretti, titolari della parrucchieria Vogue, non solo per aver messo a disposizione, insieme ai loro clienti, le risorse necessarie per il restauro, ma anche per lo spirito che ha animato la loro decisione, ossia un omaggio al padre e alla propria città. Questa – ha detto il sindaco – è un’azione meravigliosa che non ha eguali.
Da un punto di vista generale Romizi ha sottolineato che spesso si ha un’idea dei perugini un po’ sbagliata, rappresentandoli come chiusi ed ombrosi; al contrario, tramite art bonus, sta venendo fuori a livello nazionale che proprio Perugia è una delle realtà italiane in cui i propri cittadini si sono spesi maggiormente per recuperare i beni bisognosi di restauro.
Ciò fa capire che i perugini sono certamente riservati e discreti per loro natura, ma allo stesso tempo generosi ed amanti della propria città tanto da spendersi in prima persona per essa.
Con l’occasione dell’inaugurazione del Pozzo di San Francesco il sindaco ha annunciato che le donazioni sono già arrivate a sfiorare il milione di euro, un grande traguardo per una città delle dimensioni di Perugia. E la particolarità delle donazioni – ha continuato Romizi – è che, oltre al contributo di enti ed imprenditori illuminati, anche tantissimi cittadini si sono spesi per contribuire. Vi è quindi una partecipazione diffusa volta alla riscoperta delle parti della città da riscoprire alla memoria collettiva.
Per ciò che concerne l’area di San Francesco il sindaco ha annunciato che è in atto una massiccia azione di riqualificazione della zona: nei prossimi mesi, infatti, si completerà l’intervento su San Francesco al Prato che, dunque, verrà restituita alla città in tutto il suo splendore. Parimenti si procederà alla completa ripavimentazione di via dei Priori dopo i lavori sulle reti idriche in atto nella parte alta. E’ previsto altresì il totale rinnovamento della parte meccanica ed esterna delle scale mobili che collegano via dei Priori con viale Pellini, nonché l’intervento sul parcheggio Pellini con riapertura del secondo piano.
Insomma anche nel cuore del rione di Porta Santa Susanna si interverrà in maniera importante.
E proprio traendo spunto dal palio Perugia 1416 svoltosi ieri, Romizi ha rilanciato la proposta di assegnare un premio al Rione vincitore destinato a riqualificare un bene che insiste nel territorio dello stesso. Se ne parlerà, però, solo a partire dall’edizione 2019, risorse permettendo.

Qui il programma completo del workshop del 14 giugno
http://istituzionale.comune.perugia.it/resources/news/Artbonus/Programma20180614.pdf