Avviata la profilassi anche per i familiari e i 21 compagni di classe dell’adolescente

CITTÀ DI CASTELLO (Perugia) – È «in lieve miglioramento clinico» – stando a fonti ospedaliere – la 14enne di Città di Castello finita mercoledì al pronto soccorso e presto ricoverata nel reparto di pediatria dell’ospedale cittadino, dove ha iniziato le cure del caso.

Il sierogruppo del meningococco non è ancora stato individuato, ma nel frattempo è scattata, come di dovere, la profilassi antibiotica per i familiari, gli insegnanti e per 21 compagni di classe della giovane paziente, oltre che per gli operatori potenzialmente esposti al batterio. Avvisate anche tutte le persone che potrebbero essere entrate in contatto con l’adolescente, che «verranno messe in profilassi entro le 48 ore dalla diagnosi, come previsto in questi casi. Non sussistono rischi di epidemie tra la popolazione», conclude una nota dell’azienda ospedaliera.