Il tentativo del 44enne fallisce, in compenso scatta la denuncia

Dan.C

TERNI – «Ha un buon sapore», assicura chi l’ha provata. Certamente è facile da rimediare. Soprattutto, purché priva o quasi di Thc (la molecola responsabile dello “sballo”), è legale. E il boom commerciale è servito: che la cannabis light andasse a ruba lo sapevano anche i muri; ora però, a Terni, c’è chi ha riempito di nuovo senso questa affermazione.

Un 44enne ternano, nello specifico. Immortalato dalle videocamere di sorveglianza di alcuni distributori automatici di canapa del centro città (nella foto), mentre armato di fiamma ossidrica si adopera per scassinarli, nel goffo tentativo di rubarne il contenuto. Una scena tutta da ridere se non fosse per i danni riportati dagli apparecchi, e quindi per i non pochi problemi arrecati al titolare dell’attività. È stata proprio la segnalazione di quest’ultimo a far partire le indagini, e a consentire alla Mobile di Terni di individuare il responsabile.

L’uomo, volto coperto da un casco nero, è stato riconosciuto «dalla sua andatura particolare», riferisce una nota della questura, e dagli abiti che indossava al momento del fermo da parte degli agenti: gli stessi ripresi anche dalle videocamere di sicurezza nella notte del 10 giugno, uno dei due giorni (l’altro il 7) in cui è stato compiuto il reato. Precedenti per stupefacenti e furto, l’uomo è stato denunciato in stato di libertà.