A Perugia. Organizzazione dell’associazione “Ya basta!”: Violent borders su grande schermo e a seguire dibattito sulle politiche migratorie dell’Unione europea

PERUGIA – In occasione della Giornata mondiale del Rifugiato, mercoledì 20 Giugno, dalle 18.30, al cinema Postmodernissimo (Via del Carmine, n.4, Perugia) Ya Basta! Perugia organizza la proiezione di Violent Borders, reportage d’inchiesta sulla rotta balcanica e un incontro post proiezione incentrato sulle attuali politiche europee in tema di migrazione e asilo.

Il reportage Violent Borders è stato girato in Serbia a Marzo 2017 dai giornalisti freelance Michele Aiello, Giorgio Fruscione e Valentina Marconi. Donne e minori non accompagnati rappresentano il focus delle narrazione che fa luce sulle angosce e i drammi quotidiani di migliaia di persone rimaste bloccate in Serbia dopo la chiusura della rotta balcanica nel 2016. Attraverso una serie di interviste, il reportage ricostruisce molti episodi di violenza, documentando gli abusi commessi dalla polizia croata, ungherese e bulgara e maltrattamenti e ricatti perpetrati da gruppi di trafficanti.

L’inchiesta si snoda fra i centri di accoglienza serbi e gli insediamenti informali di Belgrado, mentre due luoghi fanno da contraltare alle storie raccontate dagli intervistati: da una parte il muro ungherese, disumano, autoritario e militarizzato; dall’altra, un assaggio della vita notturna nella capitale serba, che rappresenta, in senso lato, la società europea, in larga parte indifferente ai drammi dei profughi contemporanei.
Lo scorso 10 Maggio alcuni estratti del reportage sono stati presentati presso il cinema Lumière di Bologna in occasione del Festival ‘Human Rights Nights’. Violent Borders ha inoltre ottenuto il patrocinio di Amnesty Italia e sarà proiettato in anteprima il 20 giugno in tre città: Perugia, Verona e Belgrado. Uscirà in due puntate sulle testate web MeltingPot Europa e Cafèbabel, rispettivamente il 20 e 27 giugno.
Dopo la proiezione, avrà luogo un dibattito a cui parteciperanno Stefano Bleggi di Progetto MeltingPot Europa, Valentina Giuliodori dell’Ambasciata dei Diritti Marche e Valentina Marconi, giornalista freelance e co-autrice del reportage Violent Borders. Durante l’incontro cercheremo di fare il punto sugli effetti delle politiche migratorie UE, partendo dalla rotta balcanica per arrivare fino alla situazione italiana.

In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, Ya Basta! Perugia vuole promuovere una riflessione sulla risposta securitaria che l’UE sta dando alle sfide poste dai flussi migratori globali. La proiezione del reportage Violent Borders e il dibattito cercheranno di offrire spunti di riflessione sugli abusi e le violazioni che avvengono alle frontiere esterne ed interne dell’Unione Europea. Saranno anche presentate nuove iniziative come la rete ‘Diritti Senza Confini’.