Dipendente pubblico ruba dalla cassaforte del Comune 2.600 euro, preso

Il responsabile è stato subito individuato dai carabinieri grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza

NARNI (Terni) – Ha rubato ben 2.600 dalla cassaforte del Comune, ma i carabinieri lo hanno subito individuato: l’autore del furto è un dipendente comunale che ha già restituito il bottino.
«È stato anche grazie al sistema di video sorveglianza interno che è stato possibile accelerare le indagini e rintracciare il responsabile», spiega l’assessore comunale alla sicurezza, Silvia Bernardini, che in una nota interviene sul furto in Comune, spiegando la dinamica e ringraziando dipendenti e carabinieri. «Il furto – spiega la Bernardini – è stato scoperto martedì scorso, quando il personale dell’ufficio economato, durante la verifica giornaliera e grazie soprattutto alla professionalità che lo contraddistingue, appurava che all’interno della cassaforte vi era un ammanco di circa 2mila e 600 euro».
«I dipendenti – racconta l’assessore – si sono immediatamente rivolti ai carabinieri della stazione di Narni Centro denunciando il fatto e facendo partire le indagini durante le quali i militari dell’Arma, avvalendosi della collaborazione di tutto il personale dipendente del Comune, che a vario titolo poteva essere informato sui fatti ed incrociando i dati con la visione delle registrazioni delle telecamere del sistema di sorveglianza recentemente attivato, hanno permesso di individuare con notevole rapidità l’autore del furto».
L’assessore Bernardini riferisce poi che i carabinieri hanno immediatamente individuato l’impiegato responsabile, il quale, dopo un colloquio, ha ammesso spontaneamente il reato restituendo la chiave utilizzata e la somma di denaro prelevata. «Voglio ringraziare – conclude Silvia Bernardini – sia il personale dipendente che collaborando attivamente con i militari dell’Arma ha permesso di risolvere il caso in così poco tempo, sia i carabinieri di Narni Centro per l’eccellente lavoro svolto».