La terza edizione della maratona digitale porterà in città esperti provenienti da 8 Paesi europei. Tanti gli appuntamenti aperti al pubblico, anche una play Zone per tutti

FOLIGNO (Perugia) – Torna il Social Hackathon Umbria (Shu) e Foligno si prepara ad accogliere partecipanti provenienti da tutta Italia e da otto Paesi Europei. La maratona digitale giunta alla sua terza edizione torna a Foligno dal 5 all’8 luglio 2018 e porta in città esperti e appassionati di tecnologia e innovazione provenienti da tutta Europa. La manifestazione è organizzata dall’Associazione Centro Studi “Città di Foligno” in collaborazione con 7 progetti europei gestiti da agenzie e scuole della Regione.

«Un evento di livello nazionale ed europeo che vuole mantenere accesa l’attenzione sui temi legati ai giovani e al loro inserimento nel mondo del lavoro accrescendo le loro competenze nel campo digitale. – dice Mario Margasini, presidente del Centro Studi – La maratona digitale, i laboratori e gli incontri organizzati in quei giorni vogliono inoltre contribuire, attraverso esperienze diverse, alla creazione di una smart community Umbria». Lavoro, partecipazione e imprenditorialità sono questi i temi al centro della sfida 2018. Sei le squadre che lavoreranno ininterrottamente per 48 ore per creare dei prodotti digitali concreti.

Gli organizzatori di SHU2018 sono al lavoro e prevedono la presenza di oltre 150 partecipanti, tra cui 30 stranieri provenienti da Portogallo, Spagna, Francia, Svizzera, Slovenia, Grecia, Belgio e Romania. All’evento saranno presenti anche 20 giovani provenienti da tutta l’Umbria che hanno già preso parte a percorsi formativi gratuiti su competenze digitali avanzate; 10 rappresentanti della cooperazione giovanile, provenienti da diverse realtà italiane e 30 rifugiati che sono stati formati come volontari di facilitazione digitale in collaborazione con Caritas e Arci. Inoltre negli stessi giorni, proprio in Umbria a Bevagna, si svolgerà l’evento nazionale annuale degli Stati Generali dell’Innovazione e i partecipanti saranno presenti a SHU in vari momenti.

Saranno tre gli ambiti tematici su cui si snoderanno le sfide di SHU2018: B-KIDS, B-YOUTHS e B-WORK. Per ogni ambito sono state selezionate due idee che verranno sviluppate dalle sei squadre di hacker guidati da esperti team manager. Anche i progetti che verranno sviluppati sono di portata internazionale infatti arrivano da: Slovenia, Francia, Belgio, Svizzera e Italia.

Non si tratta, però, di un evento per soli esperti, mentre gli hacker lavoreranno allo sviluppo delle idee saranno molti gli appuntamenti di scoperta e approfondimento aperti a tutti. Conferenze e non solo, infatti, durante i giorni della manifestazione, sarà sempre aperta la Play Zone, un’area per tutti, uno spazio per immergersi nel futuro. Sono invitati ragazzi e non solo che vogliono giocare, provare e scoprire in prima persona la realtà aumentata, la realtà virtuale, la tecnologia kinect, la stampa 3D e molto altro. Non solo: nel pomeriggio di sabato 7 luglio la zona riservata alle squadre verrà aperta al pubblico, tutti potranno entrare nell’area di lavoro per conoscere gli hacker, scoprire in anteprima i progetti, fare domande e conoscere le storie di successo imprenditoriale che verranno raccontate, alle 18, durante l’evento StartUp Grind e INDIRE.

Tutto l’evento si svolgerà presso la sede distaccata dell’Università di Perugia in Via Oberdan 123, nel centro storico di Foligno, è qui che lavoreranno le 6 squadre e prenderanno vita gli eventi collaterali aperti a tutta la cittadinanza. L’evento si concluderà domenical 8 luglio con la presentazione finale dei progetti realizzati dai partecipanti all’Hackathon 2018, la premiazione dei migliori progetti e il lancio dell’edizione 2019.