Via dall’imbarazzo: anche l’Associazione umbra per la lotta contro il cancro e l’istituzione benefica voluta dall’imprenditore di Solomeo riceveranno la menzione d’onore

Dan.C

PERUGIA – Via dall’imbarazzo: anche la Fondazione Cucinelli e l’Aucc, l’Associazione umbra per la lotta contro il cancro, verranno iscritti nell’Albo d’oro cittadino. La maggioranza stavolta tiene. E Andrea Romizi, che cinque giorni fa era diventato verde di rabbia a causa del voto che ha arenato i due nomi – 21 quelli registrati, 22 i necessari all’approvazione -, può finalmente tornare ad assumere il suo colore naturale.

Perché tutto ci può stare nelle dinamiche di una coalizione. Non la spaccatura però, in “città visione”, mentre Pd e Movimento si esprimevano compatti a favore, sulla menzione d’onore a due soggetti di questa portata. Via dall’imbarazzo, allora. Battibecchi archiviati – buttati in realtà sotto il tappeto: rispunteranno al primo alito di vento – e questione in archivio. Aucc (26 voti) e Fondazione Brunello e Federica Cucinelli (27) andranno a fare compagnia alla Sir di Gino Sirci (22) e allo sportivo Luca Panichi (25) nel libro mastro cittadino (una sola scheda bianca, quella di Carmine Camicia, annunciata prima del voto). Con buona pace delle mura di palazzo dei Priori: solide comunque, coese non sempre dopo il 4 marzo.