Birra, botte e minacce di morte: follia nel bar del centro storico

Rissa in un bar. Repertorio
Rissa in un bar. Repertorio

Aggredito il cameriere e un cliente del locale: i responsabili acciuffati dalla polizia

ASSISI (Perugia) – Dalla birra alle botte. E da queste alle minacce, anche di morte. Vittime dell’aggressione il cameriere e un cliente di un bar di Assisi: aggrediti, picchiati qualche sera fa in centro storico. Quando è partita la chiamata al 113 e una volante ha finalmente raggiunto il locale, i responsabili delle violenze si erano già dileguati. Due uomini, racconteranno le vittime agli agenti. Uno, evidentemente ubriaco, aveva appena preso a pugni un altro cliente abituale del bar. Mentre il secondo, arrivato a dare man forte, si era scagliato contro il cameriere accorso al tavolo per sedare la rissa: qualche spintone, ma anche varie minacce di morte prima di andarsene nel tentativo di sfuggire alla polizia.

Tentativo miseramente fallito visto il giacchetto, con tanto di documenti in una tasca, dimenticato da uno dei due uomini all’interno del locale. Campano, 32 anni ma già con molti precedenti, i poliziotti ci hanno messo poco a rintracciarlo e a rintracciare, di conseguenza, il suo compare, un 37enne marchigiano da tempo residente ad Assisi. Il 32enne è stato denunciato per favoreggiamento personale. Il marchigiano invece, anche lui con pregiudizi e già affidato ai servizi sociali con obbligo di permanenza in casa durante la notte e con il divieto di accompagnarsi a pregiudicati, è stato denunciato in stato di libertà per lesioni personali e inottemperanza ai provvedimenti dati dall’Autorità Giudiziaria.