Banda dei garage, arrestato uno degli indiziati: rapina, lesioni, evasione

In carcere

Reati compiuti diversi anni fa: recidivo? Intanto finisce a Capanne

PERUGIA – Finalmente in carcere. Dovrà scontare quasi tre anni di reclusione, il rumeno 24enne rintracciato e arrestato mercoledì dalla Mobile di Perugia, a Castel del Piano, sul quale pendeva un ordine di carcerazione emesso dalla procura in corte d’Appello «in relazione a due pregresse condanne, una per i reati di rapina e lesioni personali e l’altra per evasione». I fatti contestati al rumeno risalgono a qualche anno fa, ma di lui gli investigatori erano tornati a occuparsi ben più di recente.

Il 24enne è infatti uno dei due uomini sottoposti, lo scorso ottobre, nell’ambito delle indagini relative alla “banda dei garage”, a fermo di indiziato di delitto per i reati di furto aggravato e continuato in abitazione e di ricettazione. Indagine conclusa pochi giorni fa con l’esecuzione di 5 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di una banda composta da altrettanti ricettatori della merce rubata nei garage. Per il rumeno, conclusi gli accertamenti del caso, si sono dunque spalancate le porte del carcere di Capanne, dove risiederà per i prossimi 2 anni, 11 mesi e 27 giorni.