Antifestival, al via la rassegna di musica alternativa a Cannaiola di Trevi: il programma

Tutto pronto per l’edizione numero undici. Gli organizzatori: «Un viaggio alla scoperta di nuove sonorità»

TREVI (Perugia) – Musica indipendente, arte e cultura tornano all’Antifestival 2018, che accenderà i riflettori sul palco dell’ex campo sportivo di Cannaiola di Trevi da mercoledì 20 a domenica 24 giugno. E’ tutto pronto infatti per l’edizione numero undici, nata dalla passione per la musica e l’amore per il territorio di un gruppo di amici. Ragazzi che mettono a disposizione le proprie professionalità per un progetto condiviso e di qualità.

«L’Antifestival – dichiarano gli organizzatori – quest’anno rivendica il proprio ruolo evolutivo. Per questo abbiamo scelto come tema il ‘Perpetual Movement’. Siamo un’associazione culturale a cui piace evolversi nel tempo – sottolineano -. L’obiettivo è che il viaggio verso la scoperta di sonorità nuove – concludono – non si fermi qui».

Ad aprire il festival, mercoledì 20 giugno, una serata ad ingresso gratuito che vedrà protagonisti i Giuda, con un esplosivo live dalle sonorità punk rock, ma anche Delmoro, JM e Dead Poet Society. A seguire, giovedì 21 giugno, sarà la volta del noto rapper torinese Willie Peyote, tra gli artisti più interessanti e innovativi della scena hip-hop, oltre a Masamasa e I Giocattoli; mentre l’aftershow sarà affidato a Capibara. Venerdì 22 giugno ospite di punta della serata sarà Dasha Rush, affermata dj che già alla tenera età di 14 anni ha iniziato ad immergersi nella realtà multiforme dell’elettronica; ma a salire sul palco saranno anche Makai, Franco B & Marco Ragni (Dancity Festival DJ’S) e Dmitri; a seguire è prevista una navetta per l’aftershow al Rec Room. Sabato 23 giugno, invece, appuntamento con Dargen D’Amico, rapper che vanta già otto album all’attivo e molte collaborazioni con artisti come Fabri Fibra, Crookers e Fedez. D’Amico si esibirà dopo il cantautore romano Galeffi. Nella stessa serata spazio anche a Francesco De Leo, frontman della band ‘L’Officina della Camomilla’, Viito e Lemandorle. A chiudere il festival, domenica 24 giugno, ad ingresso gratuito, saranno i TootArd, straordinario gruppo blues-rock orientale, che saliranno sul palco dopo I Cieli di Turner, Monkey OnCanObey e Eezu. A dare il via a tutte le serate dell’Antifistival il sunsest stage con i gruppi selezionati all’UmbraRock contest, che si esibiranno a partire dalle 19.45.

Insomma, un cartellone ricco di eventi per l’edizione 2018 dell’Antifestival, che quest’anno ha allargato gli orizzonti proponendo, oltre alle mostre d’arte e al consueto mercatino dell’artigianato, anche uno Street Food Village. Sarà quindi un’edizione pensata per dare spazio alle novità del panorama musicale italiano ed internazionale, con l’obiettivo di proporre un festival del tutto alternativo.