Bloccano l’amico e lo caricano su un furgone, un vicino assiste alla scena e chiama terrorizzato il 113

PERUGIA – La storia, per certi versi comica, si è svolta sabato mattina a Perugia. Un uomo contatta la sala operativa della questura: «Ho visto rapire un uomo», dice la voce al telefono. Due uomini, in via del Macello, con il volto travisato ne hanno bloccato un terzo per strada costringendolo, tra le grida, a salire su un furgone.

Immediato l’intervento della volante che, rintracciato il mezzo, lo segue in attesa dell’arrivo della pattuglia di colleghi di supporto. I poliziotti fermano il veicolo in via Pievaiola: gli occupanti, tutti italiani, tutti trentenni e incensurati, sono sorpresi per il controllo e confermano candidamente la propria presenza in via del Macello e l’accaduto. «Era solo uno scherzo, un gesto goliardico», si difendono i quattro. Per festeggiare l’addio al celibato di un loro amico, il ragazzo “rapito”. Accompagnati in questura, sono stati tutti denunciati per procurato allarme.