Aeroporto live/1 Botta e risposta Leonelli-Cesaretti: «Nessuno svolge un operato insindacabile»

QUI PARTITO DEMOCRATICO Il consigliere regionale: «Penso di interpretare un sentimento diffuso»

di Giacomo Leonelli*
(riceviamo e pubblichiamo)

PERUGIA – Sorprendono le dichiarazioni del presidente Cesaretti che, va ricordato, svolge una funzione nell’interesse della comunità e della Regione che partecipa, attraverso Sviluppumbria, alla gestione della società Sase che Cesaretti stesso presiede.

I 20 consiglieri regionali (tra cui il sottoscritto) sono stati invece eletti democraticamente dai cittadini per rappresentarli. Nell’esprimere le mie legittime perplessità su quanto accaduto, penso di aver interpretato un sentimento diffuso, rispetto a chi vede nella cancellazione delle rotte in oggetto, non un tema esclusivamente contrattuale o contabile, ma di sviluppo e crescita della regione, riguardo ad un vettore come l’aeroporto che, come ho riconosciuto, ha fatto in questi anni passi avanti, e proprio per questo non può permettersi battute d’arresto simili

Al di là dell’espressione sicuramente poco rispettosa non tanto nei confronti miei, quanto del consiglio regionale, emerge invece una sorta di atteggiamento di insindacabilità di quanto avvenuto che preoccupa, soprattutto perché ho semplicemente chiesto alla Presidente Marini di svolgere un ruolo, con decisione, rispetto ad una priorità, come l’aeroporto, che tutti riconosciamo. Nessuno si senta sul piedistallo dunque, in particolare chi è stato nominato per gestire una funzione di pubblico interesse. Tutto ciò premesso e considerato, resto in attesa delle decisioni della Presidente Marini e della Giunta a cui, come sono ben consapevole, spettano le determinazioni del caso.

*Consigliere ed ex segretario regionale Pd