I consiglieri comunali: «Compagnie improvvisate e poco affidabili mettono in difficoltà gli agenti del settore turistico»

di Carlo Castori e Claudia Luciani*
(riceviamo e pubblichiamo)

PERUGIA – La situazione dell’Aeroporto di Perugia è paradossale, con presentazione di voli che puntualmente vengono cancellati dopo pochi giorni. Come era accaduto con Fly Volare e poi con Cobrex, anche Aliblu ha annunciato la cancellazione dei primi voli in programma a luglio, senza indicare se le rotte saranno riattivate in un prossimo futuro.
Tutto questo a discapito delle utenze da e per l’Umbria, e a danno dei tanti operatori del settore che lamentano di non essere parte integrante dell’azione di marketing dello scalo perugino.

La gestione dell’aeroporto San Francesco non dimostra alcuna pianificazione, andando a legarsi con compagnie aeree su cui non viene fatto un accurato controllo. Risulta un continuo reiterare di rapporti che vanno a finire male. Assistiamo alla vendita di prodotti, perché tali sono i collegamenti aerei, di cui l’aspetto promozionale di vendita è curato esclusivamente dalle compagnie aeree e di cui gli operatori e tour operator sono tagliati fuori. La responsabilità di Sase è quella di continuare ad avallare scelte sbagliate, senza che si vadano a verificare costi ed autorizzazioni Enac di compagnie improvvisate e poco affidabili che mettono in difficoltà gli agenti del settore turistico.

Adesso che abbiamo un aeroporto ristrutturato con una pista adeguata alle esigenze dei vettori, cosa facciamo? Invece di potenziare le rotte andiamo costantemente a ridurle? E invece di intavolare iniziative con i vettori seri continuiamo a rivolgerci a compagnie senza autorizzazioni? Che oltretutto fanno proposte di voli a pochi giorni dalle partenze stesse; è evidente che si tratti di una pessima e improvvisata strategia di promozione. Pertanto è bene che anche Svillupumbria si attivi insieme alla Regione e al Comune per intraprendere un percorso ponderato di valutazione sui possibili sviluppi dell’aeroporto.

*Consiglieri comunali Forza Italia a Perugia