A spasso con 250mila euro di eroina purissima: signore della droga locale e pusher di passaggio in manette

Arrestati dalla guardia di finanza di Perugia, tra Ponte San Giovanni e Fontivegge: avevano addosso oltre mezzo chilo di stupefacente

Dan.C

PERUGIA – Duro colpo al traffico di stupefacenti perugino. I finanzieri del comando provinciale hanno infatti fermato, identificato e infine arrestato un piccolo signore della droga locale e un altro pusher proveniente da Ferrara: il primo, nigeriano, trovato in possesso di quasi mezzo chilo di eroina; il secondo, camerunense, bloccato a Fontivegge con 200 grammi della stessa sostanza.

Tanta droga, tutta insieme, da fruttare qualcosa come 250mila euro una volta messa sul mercato. Il nigeriano è stato acciuffato a Ponte San Giovanni, dopo un primo tentativo di fuga e una breve colluttazione con i militari, che volevano procedere al controllo. La droga, nascosta tra i vestiti, era contenuta in due grossi ovuli da 200 grammi ciascuno. Stessa quantità, due etti, ma suddivisa in sette involucri di dimensioni minori, trovata addosso al camerunense (fermato anche lui pochi giorni fa) alla stazione di Perugia.

Ricorrendo in entrambi i casi la flagranza di reato, possesso di droga a fini di spaccio, su disposizione della procura della Repubblica di Perugia i militari hanno proceduto all’arresto dei due spacciatori – spiegano le fiamme gialle -: uno è stato tradotto presso l’Istituto Penitenziario di Perugia-Capanne, mentre l’altro è stato giudicato per direttissima, con la condanna a 2 anni di reclusione e 4mila euro di multa.

Dalla sostanza sequestrata, purissima, sarebbe stato possibile ricavare circa 8mila dosi, stimano i militari. Che concludono: «I due interventi, avvenuti a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro, confermano la pericolosa presenza sulla piazza perugina dell’eroina, ceduta a prezzi sempre più bassi (con microdosi anche a 5 euro)».