Perugia, presentato il progetto innovativo con cui gli studenti potranno gestire tanti servizi. La soddisfazione di Azione Universitaria e Siamo Ateneo: «Realizzata la nostra proposta»

PERUGIA – Il telefono squilla e avvisa di un nuovo appello in più. Oppure consente di visualizzare direttamente sullo schermo il calendario della prossima sessione d’esami. E l’università è tutta in una mano.

Queste alcune della novità rese possibili dall’app per device mobile per la gestione dei servizi agli studenti, presentata venerdì mattina a palazzo Murena, insieme al libretto elettronico che andrà a sostituire quello cartaceo.
«Con la App gli studenti potranno gestire, attraverso il proprio smartphone, tutta una serie di servizi ora fruibili dal portale di Ateneo: agenda, bacheca esiti, calendario esami, libretto on line – ha detto la dottoressa Antonella Bianconi, dirigente della Ripartizione didattica -. Inoltre, i nuovi iscritti saranno muniti di tesserino magnetico di identità, con foto, che verrà richiesta al momento dell’immatricolazione, che potrà essere utilizzato in diverse situazioni, dal riconoscimento in occasione degli esami all’identificazione quale studente dell’Ateneo di Perugia, per poter accedere a servizi, sconti».

L’applicativo è stato sviluppato da CINECA per l’attuale sistema di servizi on line dell’Ateneo di Perugia, gestiti dalla Ripartizione didattica, al fine di rispondere alle esigenze degli studenti e fornire al contempo agli operatori dell’amministrazione modalità gestionali più efficaci.
«App e libretto partiranno fra qualche mese, con il nuovo anno accademico – ha spiegato il professor Federico Rossi, delegato del Rettore per i Servizi agli studenti -. Rappresentano un passaggio importante nel rapporto fra studenti e amministrazione universitaria e sarà modo per migliorarli e implementarli. L’introduzione del nuovo tesserino sarà graduale, partendo con i nuovi immatricolati; a regime, quando tutti saranno sostituiti, avremo un risparmio, ipotizzando un numero di 24.000 ‘libretti’, di 5 tonnellate di anidride carbonica: un contributo significativo in termini di sostenibilità», ha concluso il professor Rossi che ha portato il saluto del Rettore Franco Moriconi.

Intervenuti alla presentazione il professor Giuseppe Liotta, delegato del Rettore per l’Informatizzazione, Agenda digitale e I.T.C. e la dottoressa Rosella Penci, dirigente della Ripartizione Servizi Informatici e Statistici a testimonianza di un impegno corale dell’Ateneo in questo settore che ha visto la partecipazione anche del professor Massimiliano Marianelli, delegato del Rettore per la Didattica. Presenti, inoltre, il personale universitario delle segreterie studenti e le rappresentanze studentesche. Alessandro Biscarini, presidente del Consiglio degli Studenti dell’Ateneo perugino, ha assicurato che una commissione interna al Consiglio si adopererà per fare proposte per migliorare i servizi informatici dell’Università di Perugia.

Soddisfazione per la presentazione del progetto è stata espressa da Azione Universitaria e Siamo Ateneo: «Non nascondiamo la nostra felicità nel vedere realizzata la proposta che ci è stata così tanto a cuore», avanzata proprio durante l’ultima campagna elettorale.
«Ringraziamo – dicono Azione Universitaria e Siamo Ateneo – inoltre gli uffici per la celerità e la competenza messa in campo per la realizzazione di questa app. Ricordiamo infatti che appena il 24 aprile scorso è stata approvata a larga maggioranza dal Consiglio degli Studenti dell’Università degli Studi di Perugia la mozione presentata dalle associazioni Azione Universitaria e Siamo Ateneo che proponeva l’introduzione di un’app con il fine semplificare la vita dello studente e rendere tutti i servizi a portata di mano. Azione Universitaria e Siamo Ateneo ringraziano tutti coloro che si sono spesi per questa importante battaglia, in modo particolare Riccardo Galdini, Rappresentante di farmacia e primo ideatore».