Un pezzo di Perugia va all’asta, via al bando per Villa Capitini

La struttura adiacente al Silvestrini è in vendita, l’Università vuole cederla partendo da una base di oltre 2 milioni di euro. La vicenda del Comitato Chianelli

PERUGIA – Un altro pezzo della storia di Perugia che va all’asta. Villa Capitini, accanto all’ospedale Silvestrini, diventerà privata. È infatti partita la procedura per il bando di cessione. La base d’asta dovrebbe superare i 2 milioni di euro.

La privatizzazione si è resa indispensabile vista la situazione nella quale versa la storica villa che in alcune sue parti ha urgente bisogno di interventi. E l’Università di Perugia, che ne ha la proprietà, non è più in grado di trovare le risorse per gli interventi e quindi non può utilizzarla al meglio.
Nelle settimane passate si era immaginato che il Comitato Chianelli potesse diventare protagonista di questa privatizzazione. Ma viste le cifre del bando sembra sia cambiato tutto.
Ora si tratta di vedere come andrà avanti la vicenda. Il Chianelli avrebbe avuto la possibilità di utilizzarla per i suoi scopi statutari di aiuto e assistenza, vista anche l’ubicazione della villa adiacente all’ospedale, ma ora il bene è sul mercato. Non resta che attendere sviluppi e manifestazioni di interesse.