Un (altro) premio Nobel a Perugia: Jean-Pierre Sauvage arriva in città

Venerdì l’incontro pubblico con il vincitore del premio per la Chimica 2016 e la sua ricerca sulla progettazione e sintesi di macchine molecolari

PERUGIA – Venerdì 4 maggio un appuntamento di grande prestigio per la città di Perugia, a Palazzo dei Priori alle ore 17.00 Jean-Pierre Sauvage vincitore, assieme a Fraser Stoddart e Bernard Feringa, del premio Nobel per la chimica 2016 terrà un incontro pubblico per illustrare gli eccezionali risultati della sua intensa attività di ricerca alla base di molteplici applicazioni.

L’incontro, ideato dal Museo della Scienza Post e realizzato in collaborazione con il Comune di Perugia e grazie al prezioso sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, fa parte del progetto «Guardare lontano: sulle spalle del Nobel». Ambizioso progetto che ha già portato in città altri due importanti colossi del mondo scientifico, l’ultimo lo scorso 17 novembre, accolto con grandissima partecipazione, il premio Nobel per la Fisica 2017 Barry Barish. Ma non finisce qui: altri due scienziati di fama mondiale approderanno a Perugia nei prossimi mesi.

L’ambizioso progetto della Fondazione Post si inserisce nella missione di rendere la scienza accessibile a tutti divulgando temi anche complessi nella maniera più semplice e chiara possibile. Poter incontrare dal vivo un premio Nobel, stringergli la mano e dialogare in qualche modo con lui è un qualcosa di estremamente emozionante sia per gli addetti ai lavori sia per chi ha semplicemente la curiosità di saperne di più, affascinato dal contributo che la scienza può dare alla comprensione di tutto ciò che quotidianamente fa parte della nostra vita.

Non è cosa da poco poter ascoltare direttamente dalla voce dei protagonisti del progresso scientifico quali siano i successi più recenti e le innovazioni più all’avanguardia nei vari campi della scienza e della tecnologia; eventi come questi non possono che far bene alla città, aprendola ad una divulgazione della cultura a 360 gradi, dando un valore aggiunto al lavoro di tutti quegli scienziati che quotidianamente sono impegnati nel campo della ricerca.

Il prossimo 4 maggio toccherà dunque ad un chimico: Jean-Pierre Sauvage. L’incontro, organizzato con il sostegno del Dipartimento di Chimica e Biologia dell’Università degli Studi di Perugia, porterà a Perugia lo «scienziato delle nanotecnologie» che racconterà gli strepitosi risultati ottenuti grazie alle sue ricerche e alle sue intuizioni sulle macchine molecolari, strutture fatte da molecole che possono essere messe in movimento e che sono alla base di importanti future applicazioni tecnologiche.

Sauvage e i colleghi sono stati infatti premiati nel 2016 a Stoccolma perché – come dichiarato dalla giuria – “Hanno concepito e sviluppato molecole con movimenti controllabili, che possono svolgere un compito quando si aggiunge l’energia”. Una ricerca chiave per gli sviluppi futuri di nuovi materiali, sensori e sistemi di immagazzinamento e stoccaggio dell’energia. I tre ricercatori hanno, in pratica, dato il via per la realizzazione di dispositivi di dimensioni estremamente piccole ma con un grande potenziale di applicazione. A questo indirizzo web è possibile trovare una discussione dettagliata delle macchine molecolari: http://www.chimicare.org/curiosita/la-chimica-dei-materiali/cosa-sono-le-macchine-molecolari/

Saranno il Sindaco Andrea Romizi e il Presidente della Fondazione POST Luca Gammaitoni ad introdurre la Lectio Magistralis del premio Nobel, alla quale sarà possibile partecipare con ingresso libero e gratuito e consentito già a partire dalle 16.30.

«Per il POST è un onore ed un privilegio ospitare il Prof. Sauvage. Sono molto contento che la città di Perugia abbia la splendida occasione di ascoltare direttamente da lui le più recenti scoperte in uno dei settori più promettenti e affascinanti della ricerca scientifica: un nuovo tipo di macchine, così piccole da essere invisibili alla vista ma così potenti da essere capaci di generare nuovi materiali e nuova tecnologia. È bello che il museo della scienza di Perugia renda possibili questi incontri che, come spesso accade, sono fonte di ispirazione per chi vi partecipa. E’ seminando conoscenza che si costruisce un futuro di sviluppo e cultura per il nostro territorio ed questo che il POST si impegna a fare con il prezioso sostegno del Comune di Perugia e della Fondazione Cassa di Risparmio che sono per noi preziosissimi alleati in questa missione». Ha dichiarato il Prof. Gammaitoni.

Quello di Palazzo dei Priori non è l’unico appuntamento in città con Sauvage. Alle ore 15.00 sempre di venerdì 4 maggio, sarà al Post per incontrare da vicino i sostenitori del Museo della Scienza di Perugia. Un’occasione veramente unica, un tu per tu con il Nobel che il museo vuole regalare a tutti coloro che credono nel valore di questa struttura e che con il loro sostegno contribuiscono a renderla sempre di più un punto di riferimento nel territorio regionale e non solo. Maggiori informazioni su come sottoscrivere la card del Post e avere l’occasione di «dialogare» con il Nobel a stretto contatto si possono trovare sul sito www.perugiapost.it oppure telefonando alla segreteria del museo al numero 075.5736501.

Entrambi gli incontri, sia quello pubblico a Palazzo dei Priori sia quello al Post, saranno in lingua inglese con traduzione simultanea.