La Regione ha pubblicato l’avviso per il concorso pubblico straordinario per le nuove sedi: il link

PERUGIA – La Regione Umbria ha pubblicato l’avviso per il primo interpello relativo al concorso pubblico straordinario per l’assegnazione delle 39 nuove sedi farmaceutiche disponibili, sul territorio regionale, per l’esercizio privato.

Lo rende noto l’assessore regionale alla Salute, alla Coesione sociale e al Welfare, Luca Barberini, evidenziando che «giunge così a conclusione un progetto avviato per potenziare la presenza delle farmacie, intese come presidi di salute e centri di servizi, su tutto il territorio regionale, assicurando una copertura capillare per aumentare le opportunità a vantaggio dei cittadini».
«Erano state 912 – spiega Barberini – le domande ammesse al concorso, per 39 sedi disponibili, con graduatoria pubblicata nel gennaio 2017. Il ritardo nell’assegnazione delle stesse è stato determinato da alcuni ricorsi al Tar, che hanno interessato non solo l’Umbria ma tutte le altre regioni coinvolte nella procedura concorsuale indetta al livello nazionale, registrando recentemente una svolta positiva. Le 39 nuove farmacie daranno una risposta importante a diverse comunità del territorio regionale che avevano espresso l’esigenza di potenziare i servizi farmaceutici, avendo i requisiti per farlo».
L’assessore ha aggiunto che «nel nuovo modello di sanità che stiamo realizzando in Umbria, le farmacie avranno un ruolo sempre più importante. Non saranno più soltanto luoghi per la distribuzione di farmaci, ma veri e propri presidi sanitari, in rete con i servizi territoriali, gli ospedali e le attività di prevenzione per dare risposte più efficaci ai nuovi bisogni di salute dei cittadini».

L’interpello dei vincitori, per l’assegnazione delle sedi, avrà inizio domenica 13 maggio, a partire dalle 18 e si concluderà alle 18 di venerdì 18 maggio. Avverrà, ai sensi dell’articolo 10 del bando di concorso, con modalità web attraverso la piattaforma tecnologica ed applicativa unica del Ministero della Salute, previa autenticazione per mezzo delle proprie credenziali.
Due giorni prima dell’inizio dell’interpello, venerdì 11 maggio, tale piattaforma, tramite una procedura automatica, invierà una mail Pec di avviso al referente dell’associazione o al titolare della candidatura singola collocati in posizione utile, con le indicazioni su come e quando effettuare la scelta delle sedi.
Nel sito dedicato al concorso, gestito dal Ministero della Salute, nella pagina relativa all’Umbria, è consultabile la demo relativa alla scelta delle sedi e alla relativa accettazione. L’omessa risposta all’interpello comporta l’esclusione dalla graduatoria e dal concorso. Entro cinque giorni dall’avvio dell’interpello, pena l’esclusione dalla graduatoria, il referente dell’associazione o il titolare della candidatura singola devono indicare, in ordine di preferenza, un numero di sedi tra quelle messe a concorso pari alla propria posizione in graduatoria.
Le modalità di assegnazione delle sedi farmaceutiche sono indicate nell’articolo 11 del bando di concorso: ad ogni vincitore verrà assegnata la prima sede da lui indicata in ordine di preferenza, che non risulti aggiudicata a un candidato meglio collocato in graduatoria.

Per eventuali problemi tecnici è possibile contattare il servizio di assistenza tecnica del Ministero della Salute ai seguenti recapiti: numero verde 800178178; fax 0664251275; e-mail: servicedesk@almavivaitalia.it

Per esaminare l’avviso di interpello o maggiori informazioni è possibile consultare il sito della Regione Umbria al seguente indirizzo: http://www.regione.umbria.it/salute/concorso-pubblico-regionale-straordinario-per-titoli-per-assegnazione-delle-39-nuove-sedi-farmaceutiche