Tiro a volo, mille atleti in Umbria per gli Europei di Sporting e combinato

La Fitasc ha assegnato al Tav Piancardato di Collazzone i due campionati di specialità: le date delle gare e come assistere

PERUGIA – Gli amanti del tiro sportivo sembrano aver scelto l’Umbria e i suoi paesaggi come mete preferite dove poter praticare al meglio la loro passione. Dopo il successo dei Campionati del mondo di Sporting 2016, infatti, il Tiro a volo Piancardato di Collazzone è stato selezionato nuovamente dalla Federazione internazionale di tiro con armi sportive da caccia (Fitasc) per ospitare due nuovi grandi eventi.

Oltre Collazzone, a essere coinvolte negli eventi saranno anche le due città limitrofe di Todi e Gualdo Cattaneo: nel centro storico della prima, mercoledì 6 giugno, si svolgerà la cerimonia inaugurale del campionato Sporting, mentre nella seconda, giovedì 28 giugno, si terrà l’apertura del campionato di Tiro combinato. Nella struttura presieduta da Marsilio Palermi si svolgeranno, così, dal 7 al 10 giugno il 51° Campionato europeo di Sporting e dal 29 giugno al primo luglio l’11° Campionato europeo di Tiro combinato. Una vetrina decisamente importante per tutto il territorio regionale visto che sono attesi complessivamente quasi mille atleti provenienti da circa trenta Paesi europei con famiglie e staff tecnici.

Il programma delle due manifestazioni è stato presentato lunedì 21 maggio a Perugia nel corso di una conferenza stampa a cui sono intervenuti Fabio Paparelli, assessore allo sport della Regione Umbria, Gianfranco Chiacchieroni, consigliere regionale dell’Umbria, Roberto Bertini, vicepresidente della Provincia di Perugia, Aurelio Forcignanò, vicepresidente del Coni Umbria, Ermanno Cicioni, delegato regionale della Federazione italiana tiro a volo, Augusto Morlupi, assessore allo sport del Comune di Collazzone, Andrea Pensi, sindaco di Gualdo Cattaneo, Antonino Ruggiano e Claudio Ranchicchio, rispettivamente sindaco e assessore a sport e turismo del Comune di Todi.

«In poco meno di un mese – ha commentato Paparelli – ben due manifestazioni europee di altissimo livello con tantissimi partecipanti da tutta Europa. Si conferma, insomma, la validità del binomio sport e turismo che dà un’ulteriore spinta alla ripresa della nostra regione dopo gli eventi sismici”. “La decisione della Fitasc – hanno sottolineato Forcignanò e Chiacchieroni – è un premio allo spirito d’iniziativa di un’associazione del territorio come il Tav Piancardato e al lavoro di squadra compiuto dal movimento sportivo, dalle istituzioni e dai privati. Insieme riusciamo a dare un’immagine di un’Umbria ospitale che assicura qualità nell’organizzazione e nell’accoglienza».

Gli atleti dello Sporting si sfideranno su trentadue postazioni in otto campi gara tutti diversi tra loro, sia nell’ambientazione che sul piano tecnico. Otto saranno le postazioni sulle quali si effettueranno le prove libere e quelle ufficiali in programma dal 2 al 6 giugno. Atleti e appassionati potranno inoltre avere a disposizione quattro campi sui quali provare i migliori fucili al mondo dei diversi produttori italiani. Per la disciplina del Combinato gli atleti si sfideranno su sei campi gara tutti concentrati nella struttura del Tav Piancardato.

«La riuscita del Mondiale 2016, nato quasi per scommessa – ha ricordato Palermi –, ci ha permesso di proseguire nella strada intrapresa. Addirittura, ci è stato assegnato il Tiro combinato, una disciplina nuova, per la prima volta in Italia, che si svolge con armi rigate e a canna liscia sparando a piattelli e sagome. Stiamo coinvolgendo tutte le strutture ricettive e i ristoranti perché ci sarà un notevole afflusso e ci teniamo a far conoscere il nostro territorio e i nostri sapori».