Terni, controlli intensificati in vista dell’estate: centro storico passato al setaccio da pattuglie e unità cinofile

Unità cinofile della polizia. Repertorio
Unità cinofile della polizia. Repertorio

Contrasto del crimine diffuso e prevenzione dello spaccio di droga. Recuperati quattro involucri di marijuana grazie al fiuto del cane Jamil

TERNI – È con l’attività messa in campo giovedì sera che la questura ternana ha avviato una serie di controlli potenziati del territorio, intensificati in previsione dell’inizio della bella stagione. Servizi finalizzati al contrasto del crimine diffuso e alla prevenzione e allo spaccio di sostanze stupefacenti, come disposto dal questore Antonino Messineo, al fine di garantire anche quest’anno un’estate sicura e una migliore vivibilità degli spazi comuni.

Preziosa, anche in questa occasione, la collaborazione dei residenti, sempre più attenti e partecipi di quello che accade sotto i loro occhi. Giovedì sera, durante i controlli nel centro storico, attuati anche da volanti moto-montate “Nibbio” e da un’unita cinofila della Polizia di Stato di Fiumicino, un residente di Piazza Solferino ha segnalato la presenza di alcuni giovani africani che erano stati visti nascondere qualcosa nelle fessure del muro dietro il monumento della piramide presente nella piazza.

Immediato l’arrivo degli agenti che hanno notato, seduti sulla panchina nei pressi del monumento, tre uomini che al controllo sono risultati due, di nazionalità egiziana e uno tunisina, con numerosi precedenti penali per detenzione ai fine di spaccio; di età compresa tra i 18 e i 30 anni, hanno tutti e tre esibito agli agenti un permesso di soggiorno per richiesta asilo. Nessuno di loro è stato trovato in possesso di sostanza stupefacente, ma il cane Jamil si è diretto subito dietro alla piramide dove ha trovato quattro involucri di marijuana, che sono stati recuperati e sequestrati.