Ruba un furgone e si ferisce alle mani: lo incastrano proprio quei tagli e il sangue

Polizia. Archivio
Polizia. Archivio

Furto in un’azienda di Bastia: portati via un autocarro e diversi utensili. Una denuncia per un 37enne trovato in casa della mamma

PERUGIA – Ruba un furgone e altri utensili da un’azienda di Bastia, ma si ferisce per tagliare una rete e quei tagli sulle mani lo incastrano. Il furto è stato perpetrato verso la fine di aprile, quando da una ditta bastiola vengono portati via un autocarro (usato anche per la fuga e per il trasporto del materiale) un trapano, un martello pneumatico, un avvitatore, una sega e una livella laser.

Dai primi accertamenti effettuati dai poliziotti è emerso che l’autore (o gli autori) si erano introdotti nella proprietà dopo aver tagliato una rete elettrosaldata allontanandosi, poi, a bordo dell’autocarro mancante attraverso l’uscita carraia dell’azienda. Ma nel forzare la rete si devono essere feriti poiché gli agenti hanno trovato copiose tracce ematiche un po’ ovunque.
La visione delle immagini del sistema di sicurezza ha confermato la dinamica ricostruita dopo il sopralluogo ma ha evidenziato che si era trattato di un singolo autore che aveva operato in autonomia.
L’uomo è stato immortalato non solo mentre si allontanava a bordo dell’autocarro, ma anche mentre tentava di utilizzare una sciarpa per tamponare una ferita ad una mano.
opo alcuni complessi accertamenti, i sospetti sono caduti su un soggetto della cui collaborazione l’azienda si era in passato avvalsa.

Dopo una serie di indagini e di attività di osservazione, l’uomo è stato rintracciato nell’abitazione della madre in cui risiede. Contemporaneamente è stato rinvenuto, in località Madonna di Campagna, anche l’autocarro al cui interno venivano rilevate vistose tracce di sangue repertate dalla polizia scientifica. Il sospettato, un italiano di 37 anni, non ha opposto alcuna resistenza mostrandosi collaborativo.
Nell’appartamento i poliziotti hanno trovato gli indumenti che indossava al momento del fatto ancora sporchi di sangue mentre in due garage a sua disposizione sono stati rinvenuti sia gli attrezzi usati per introdursi nell’azienda (sporchi di sangue) sia la refurtiva.
Accompagnato negli uffici del commissariato di Assisi per gli adempimenti del caso, l’uomo è stato denunciato a piede libero per furto aggravato.