Le commoventi parole dell’Acd Castel del Piano su Gnagnetti. Esattamente un mese fa aveva sventato un furto da solo

PERUGIA – «Oggi purtroppo per la nostra società è una giornata triste è venuto a mancare il nostro allenatore della Juniores Mister Roberto Gnagnetti… persona di uno spessore morale che si trova in poche persone… dedita al proprio lavoro come pochi sanno fare… per i ragazzi che allenava più che solo un mister era un amico sempre pronto a sostenerli ed aiutarli nel momento del bisogno… Mister lasci un grande vuoto… ma rimarrai sempre nel nostro cuore… buon viaggio Mister!!! Acd Castel del Piano 1966».

Un messaggio per tutti: quello del club di calcio che fino alle dieci di domenica mattina è stato parte importantissima della sua vita. Roberto Gnagnetti, 50 anni, era un ispettore della sezione di polizia giudiziaria della procura, e domenica mattina al ritorno da una passeggiata con la moglie è stato stroncato da un infarto mentre si trovava in casa.
Esattamente un mese fa era salito alla ribalta della cronaca dopo essere riuscito a bloccare un ladro che aveva appena commesso un furto in un supermercato nella zona di via Mentana. Libero dal servizio, Gnagnetti si trovava all’interno del supermercato quando si è accorto del furto in atto e si è messo alle costole del ladro, un nordafricano. Dopo qualche centinaio di metri di inseguimento a piedi, Gnagnetti era riuscito a bloccarlo e chiamare i colleghi della polizia per arrestarlo. La notizia della sua morte ha fatto rapidamente il giro della città e sono tante le persone che lo piangono e si stringono intorno al dolore della famiglia.
I funerali si terranno martedì alle 10 nella chiesa di San Barnaba.