Perugia, batte la testa dopo un malore e muore: donati gli organi

L'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia (foto Settonce, ©RIPRODUZIONE RISERVATA)
L'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia (foto Settonce, ©RIPRODUZIONE RISERVATA)

La vittima è una donna di 27 anni: il Centro trapianti già al lavoro per i prelievi e la ricerca di compatibilità

PERUGIA – Un malore e la caduta. La testa che batte con violenza e l’emorragia cerebrale che non le ha lasciato scampo. La sua vita sfortunata, però, adesso aiuterà altri pazienti.

Non ce l’ha fatta purtroppo la donna di 27 anni soccorsa dal personale del 118 nel pomeriggio di mercoledì nel parco della Verbanella. Lo comunica una nota stampa dell’Azienda ospedaliera di Perugia a conclusioni delle operazioni di accertamento della morte. La giovane infatti aveva riportato una grave emorragia cerebrale. Dopo il primo intervento nella sala emergenza del pronto soccorso era stata trasferita nella struttura di Rianimazione dove le condizioni sono peggiorate. In seguito alla morte cerebrale, nel primo pomeriggio di giovedì, sono iniziate le procedure di accertamento morte, eseguite dalla dottoressa Francesca Orfei e dal dottor Antonio Galzerano.
Nel frattempo i sanitari hanno ottenuto dai familiari l’autorizzazione alla donazione di organi e già nella tarda serata di giovedì il responsabile del Centro trapianti procederà a una equipe multidisciplinare per procedere al prelievo di organi in caso di compatibilità dalla consultazione del registro nazionale.