FOTO | Eletta la prima dama del Rione: ha 19 anni e studia biologia. «Ci speravo»

PERUGIA – Il Magnifico Rione di Porta Sant’Angelo ha scelto: la sua prima dama per la prossima edizione di Perugia 1416 è Roberta Baldoni. Diciannovenne, studia Biologia all’Università di Perugia e aspira a specializzarsi in nutrizione infantile, Roberta, di San Lorenzo della Rabatta, nella zona del Monte Tezio, sfilerà il 10 giugno nel grande corteo della rievocazione perugina, che si terrà in città a partire dal venerdì 8.

«L’emozione è tanta – commenta radiosa appena eletta -, spero di adempiere al meglio a questo ruolo assegnatomi. Ci speravo. Credevo di sperarci invano, invece il sogno si è avverato». Con quel suo fresco sorriso e l’incarnato di porcellana ha sfidato le altre otto concorrenti: Chiara Sampaoli, Moira Battistoni, Lucia Celeschi, Diletta Bastianini, Pamela Stramaccioni, Patrizia Baldoni, Nicole Nucciarelli e Sonia Margarini. Insieme, prima del gran voto, hanno sfilato sotto gli occhi dei passanti, tra i gioielli artistici incastonati nel Rione. Attraverso una formula itinerante che ha toccato i luoghi più belli che cingono Corso Garibaldi, e accompagnate da una folta schiera di rionali in costume, sono risalite in corteo dalle scalette dell’Acquedotto al Borgo d’oro, per raggiungere, in piazza Lupattelli, l’Oratorio di Sant’Agostino, dove si è tenuta l’elezione.

«Tra gli applausi e le foto di rito che immortalavano sullo sfondo anche le meraviglie di quel tesoro nascosto della città, raramente aperto al pubblico – raccontano da Perugia 1416 -, lo sguardo veniva rapito da quell’inatteso ciclo pittorico che può essere considerato tra i più affascinanti risultati della decorazione barocca e manierista perugina, insieme alla sfarzosa volta in legno intagliato e dorato, incastonata tra le pareti dipinte con le Storie di Gesù. Una scenografia naturale che esaltava quella dell’iniziativa curata dal rionale Bruno Pilla, allietata da un gruppetto di vispi ragazzini e graziose fanciulle». E poi via, ancora in corteo, a suon di tamburini, con il Console Ivan Nucciarelli, il Priore Fabrizio Baldoni, il Capitano Paolo Pizzichelli, l’Alfiere Riccardo Vipera e gli altri rappresentanti del Consiglio dei Savi al seguito, sono ripartiti per i festeggiamenti finali, al Convento di Monteripido. Un ricco aperitivo per brindare tutti insieme. Prima di contendersi il Palio 2018 con Porta Sole, Porta San Pietro, Porta Eburnea e Porta Santa Susanna.