Palasport, Barton: «Valorizzeremo la memoria di Evangelisti»

L'incontro nella sede della Società generale operaia di mutuo soccorso
L'incontro nella sede della Società generale operaia di mutuo soccorso

Perugia, l’incontro con il sindaco e la Società operaia di mutuo soccorso. «Restaureremo il busto e finanzieremo una targa che ricordi la figura di un eroe della città»

PERUGIA – Un incontro interessante e positivo, un momento di confronto sulla storia e i valori di una città. Da promuovere e salvaguardare. Con questo spirito, infatti, Mauro e Silvano Bartolini – titolari del Gruppo Barton che si è aggiudicato il contratto di sponsorizzazione del palazzetto dello sport -, insieme al sindaco Andrea Romizi, hanno incontrato il consiglio della Società generale operaia di mutuo soccorso, presieduto da Primo Tenca.
Un incontro fortemente voluto per confrontarsi insieme sul dibattito innescato dopo l’aggiudicazione del contratto che prevede l’utilizzo del nome commerciale “PalaBarton” per il palazzetto intitolato alla memoria di Giuseppe Evangelisti, antifascista, garibaldino e campione sportivo a cui dagli anni Ottanta è legata la struttura di Pian di Massiano.

Dopo una visita nei locali della sede della Società operaia, in via dei Priori, con i consiglieri Serena Innamorati e Vanni Capoccia impegnati nell’appassionante illustrazione del patrimonio storico di cui sono custodi, compreso il busto originale di Evangelisti con la Legion d’onore e la camicia rossa con i gradi da capitano, è stato il sindaco Romizi a ribadire come «il nome giuridico del palazzetto, la sua intitolazione, non sono mai stati in discussione, come il rispetto che questa amministrazione ha per il ricordo di Giuseppe Evangelisti. Ma in questi tempi difficili, come in moltissime altre città d’Italia, anche noi abbiamo scelto di sensibilizzare imprenditori locali per aiutarci a mantenere queste strutture, per il bene di tutta la collettività».

«La nostra intenzione – hanno spiegato Mauro e Silvano Bartolini – è quella di onorare la figura di un personaggio così importante per Perugia e la sua storia. Di valorizzarla e farla conoscere a tutti. Infatti, ci stiamo interessando al recupero del busto di Giuseppe Evangelisti posto all’ingresso del palazzetto. E questa occasione, anzi, ci dà la possibilità di proporre alla Società generale operaia di mutuo soccorso di voler lavorare alla stesura del testo di una targa commemorativa che, di concerto con l’amministrazione, vogliamo installare all’interno del palasport». «È questo – hanno proseguito – lo spirito con cui abbiamo deciso di partecipare al bando: siamo due imprenditori perugini, nati a Porta Eburnea, amiamo la nostra città e con la sponsorizzazione al palazzetto (oltre all’adozione della rotonda Atleti azzurri d’Italia e all’investimento sul parco che stiamo realizzando sempre a Pian di Massiano) vogliamo dare un piccolo segnale a Perugia. Per migliorare e recuperare pezzi di città che poi saranno fruibili da tutti. Il messaggio a cui teniamo è che anche una piccola impresa può dare il suo contributo».

«Riconosciamo come questo investimento sia un atto di generosità nei confronti della città – ha concluso il presidente Primo Tenca –. Il nostro interesse è ricordare un personaggio che tanto ha dato alla storia di Perugia. Ci interessa salvaguardare il passato, ma restiamo cittadini del presente».
L’incontro si è concluso con l’invito da parte della Società operaia alle iniziative per il 20 giugno, che quest’anno saranno dedicate proprio a Evangelisti, e la proposta del Gruppo Barton a migliorare anche le condizioni della tomba dell’eroe perugino all’interno del cimitero monumentale.