«Doteremo la città di infrastrutture moderne e sicure capaci di avviare un processo di riqualificazione che ne modificherà l’immagine»

PERUGIA – L’azienda perugina Rpa si è aggiudicata il Concorso internazionale di progettazione sistema tram Palermo–II Fase, nell’ambito dell’Raggruppamento Temporaneo di Prestatori di Servizi costituito da Rpa srl (Perugia), Rgm srl (Palermo), Technital spa (Verona).

«Il Progetto si prefigge un obiettivo ambizioso – spiega una nota diffusa dalla società -: dotare la città di Palermo di una infrastruttura sicura, moderna, puntuale, confortevole, costellando il tessuto urbano di segni forti in grado di dare vita ad un processo di riqualificazione degli spazi urbani e urbanistici, che modificheranno l’immagine della città. Sostenibilità Del Sistema Tranviario, Sostenibilità Ambientale, Sostenibilità Sociale, Sostenibilità Economica, sono i capisaldi su cui poggia la Proposta, dalla scala urbanistica alla scala urbana».

«Le scelte architettoniche e il design degli elementi caratterizzanti l’infrastruttura sono state guidate dalla consapevolezza che fosse necessario dotare il sistema tramviario di una identità forte e immediatamente riconoscibile. Tali caratteristiche permettono infatti di assolvere a due funzioni fondamentali: da un lato, immediata riconoscibilità all’interno dell’ambiente urbano, dall’altro l’individuazione efficace della rete tramviaria, garantendo elevati standard di sicurezza per i fruitori», continua la nota.

«Il progetto – conclude l’azienda – arricchisce il portfolio di Rpa, attualmente impegnata nella redazione del progetto esecutivo del Nuovo Ospedale San Cataldo di Taranto e dell’Ampliamento dell’Aeroporto Falcone e Borsellino di Palermo, dei quali
seguirà anche la Direzione Lavori. Inoltre, hanno recentemente avuto avvio le attività di progettazione della Nuova casa Circondariale di Nola e dell’Itinerario Murgia-Pollino, direttrice stradale che Gioia del Colle con la città che sarà Capitale europea della cultura nel 2019».