Mc Marin’s, o l’Umbria d’oltreoceano

Ai Giardini Thebris di Perugia: un luogo per tutti gli amanti della buona cucina, sia quella etnica della tradizione ispano-americana, sia quella nostrana delle eccellenze umbre e italiane

Redazionale sponsorizzato

Quanta America nell’Umbria d’oltreoceano secondo Marino Lorenzoni: la lunga cavalcata da Terni a Perugia, passando per Narni, specchio del prepotente incedere al galoppo di quei Mustang puro sangue che correvano liberi sulle ali del vento attraverso le praterie del selvaggio West. E poi lo ‘sbarco’, l’approdo recentissimo a Ponte Felcino, che rispolvera la memoria delle grandi migrazioni dei primi del ‘900; dei tanti connazionali che hanno toccato terra ad Ellis Island con le scarpe bucate e una valigia ricolma dell’ ‘american dream’. Infine, il tocco personale, l’impronta peculiare che Marino Lorenzoni ha voluto lasciare sulla Walk of Fame della tradizionale ‘american steak house’. Ebbene Mc Marin’s è finalmente arrivato in città, un po’ come il nuovo sceriffo, portando con sé l’America dei sogni nel cassetto al di là delle traversate e quel sapore messicano indocile dei mestenos, o mestengos: cavalli ‘indomiti’.

MC-MARIN'S.gif“Dove c’è sport c’è Mc Marin’s” è lo slogan preferito dal titolare, che ha inaugurato il primo locale di Terni in via del centenario, accanto ad una rinomata palestra. Così come il terzo (in ordine di apertura), annesso al San Valentino Sporting Club, sempre a Terni, e l’ultimo, il novello Mc Marin’s di Ponte Felcino integrato nel villaggio sportivo dei Giardini Thebris. Ma il ‘Diner’ in via della stazione a Terni, con il quale si è voluto sperimentare la cucina messicana, e il Mc Marin’s Narnia nel cuore della Narni medievale, ci dicono che lì dove campeggia il marchio ideato da Marino Lorenzoni ci sono anche curiosità e creatività, oltre all’ambizione di rinnovare e personalizzare una tipologia di ristorazione d’ispirazione esotica.


Mc Marin’s è un format preciso che nel suo piccolo ricorda la strutturazione di quei gruppi di fast food dai nomi noti e altisonanti. La filosofia di Marino resta tuttavia ben salda nell’intenzione di conferire ad ogni anello della sua catena un carattere distintivo e ben riconoscibile. A cominciare, anzitutto, dalla qualità dei prodotti tipici di primissima scelta, quali l’angus americano e irlandese, o le spezie e gli aromi messicani, certificati e importati tutto l’anno direttamente dai paesi di provenienza.


A ciò si aggiungono l’esperienza e la manualità sopraffina di chi andrà a trattare e a preparare le materie prime: vengono selezionati solo i cuochi migliori cosicché sia sempre possibile avvalersi della professionalità di chef di prim’ordine, per offrire ogni giorno, in ciascuno dei ristoranti aperti al pubblico, la stessa esperienza ad ogni cliente.


McMarin’s è un luogo per tutti gli amanti della buona cucina: sia quella etnica che attraversa l’Atlantico per imbandire la tavola con i sapori intatti della tradizione ispano-americana, o quella nostrana che raccoglie l’eccellenza dell’arte culinaria italiana ed umbra. Il segreto, per Marino, è la trasversalità, che permette di racchiudere nel caldo abbraccio di Mc Marin’s gusti dai 3 agli 80 anni. Dall’hamburger per i più piccoli, ai primi pensati per soddisfare anche le esigenze della nonna, dove c’è Mc Marin’s ce n’è per tutta la famiglia.