«Manto stradale sconnesso e strisce pedonali evaporate»: la fotodenuncia

Via Cestellini a Perugia, strisce pedonali scomparse
Via Cestellini a Perugia, strisce pedonali scomparse

«Attraversare la strada in via Castellini, a Perugia, è pericolossimo»

di Gino Goti

PERUGIA – Via Cestellini è una strada con traffico intenso e il parcheggio di piazza del mercato, di fronte alla caserma dei carabinieri, è sempre completo con gente che si reca nella struttura dell’Apogeo che ospita banca, supermercato, negozi, Alice, uffici e Usl.

Il problema grave, oltre alle erbacce sul marciapiede cresciute a dismisura, è che i cittadini devono attraversare via Cestellini abbandonati a se stessi e, praticamente, al buio o a tentoni, perché le strisce pedonali sono ormai evaporate da tempo. Il pericolo è ancora maggiore perché, il più delle volte, sono anziani, gente con handicap, mamme con carrozzine, clienti con pesanti borse della spesa. Da tempo si reclama il rifacimento delle strisce pedonali, ma anche il manto stradale in alcuni tratti è sconnesso e pericoloso con ampie superfici in cui lo strato superiore del catrame è sparito creando avvallamenti.

Avvallamenti, o meglio “woops” come si chiamano in gergo motocrossistico le cunette artificiali per rendere più difficile e insidioso il percorso, che “salutano” con scossoni tremendi chi si avventura in questa via. Anche queste woops sono artificiali e provocate dalle radici di grossi pini posti ai lati della strada. Ma, certamente, anche in questo caso tutto è demandato alle segnalazioni e alle lamentele di automobilisti e cittadini: mai che ci sia un intervento riparatore prima e dovuto alle “attenzioni” di chi è preposto e pagato per queste incombenze. Sicuramente andremo lontano, ma attraverso buche e degrado che denotano la mancanza di cura e provocano pericolo e danni a danno dei cittadini.