Frange, linee morbide, ricami e perline. Un po’ zingari un po’ indiani. Sia uomini che donne

L’etnico, si sa, deve piacere. Ma di certo non passa mai di moda. Tutti abbiamo nell’armadio un capo per quelle giornate in cui ci sentiamo molto meno ingessati.

Ma quest’anno, quello che spesso è uno stato d’animo, per la primavera/estate è un vero e proprio must. Sia per uomini che per donne, come hanno dimostrato le passerelle: da Valentino a Etro, passando per Chloè e Coach 1941 (che firmano i due outfit della foto di copertina).
Allora via libera a frange, perline, ricami, linee morbide (nei tessuti) e geometriche (nelle fantasie). Con uno stile un po’ zingaresco, ma che ricorda anche gli indiani d’America o le popolazioni maya e azteche. Tanti inserti non solo sugli abiti, ma anche su borse giacche e scarpe. Velature e seta, ma senza dimenticare il fascino del camoscio.