Diciotto tra modelle e modelli sfilano per l’evento di urban style realizzato da Premium City in collaborazione con Linda Boranga

PERUGIA – Per la seconda volta dal giorno della sua inaugurazione il minimetrò apre le porte ad un evento unico che miscela architettura, design, moda, storia e bellezza. Domenica 3 giugno, dalle 18.30, al terminal di Pian di Massiano andrà in scena “Fashion mover, la moda va in Minimetrò”, la seconda sfilata di urban style realizzata da Premium City in collaborazione con Linda Boranga.

La sfilata partirà dalla stazione di Fontivegge, ove sarà ubicato il backstage; da lì modelle e modelli (18 in totale) saliranno sulle carrozze del Minimetrò per scendere poi al terminal di Pian di Massiano dove si terrà la passerella vera e propria. Il coordinamento della sfilata è affidato a Laura Cartocci, mentre presenterà la serata Annalisa Taddei con musiche del dj Rastelli. 15 le realtà rigorosamente perugine che hanno aderito all’iniziative.
Molto partecipati i casting che si sono tenuti in preparazione dell’evento, cui parteciperanno le due Miss Umbria dell’edizione 2014 e 2016.
L’assessore Cristiana Casaioli, aprendo l’incontro di presentazione, ha sottolineato che l’evento rappresenta in qualche modo le due anime del suo assessorato, in quanto coniuga mobilità (minimetrò) con il commercio (sfilata di moda). L’assessore ha posto l’accento sul grande successo ottenuto la scorsa edizione dall’iniziativa risultata perfetta grazie all’impeccabile organizzazione dello staff. Nello spirito “la moda va in minimetrò” rappresenta un modo diverso «per vivere la città valorizzando uno dei sistemi di mobilità alternativa che Perugia si vanta di avere, ossia il minimetrò. Nel contempo l’evento rappresenta un’occasione utile per stimolare il commercio e valorizzare, oltre al mezzo di trasporto, anche un luogo molto piacevole come è il terminal di pian di Massiano, con i suoi negozi e luoghi di ritrovo».
Casaioli ha ricordato come amministrazione comunale e società partecipata stiano lavorando a stretto contatto con «l’obiettivo di valorizzare, tramite specifiche politiche, il minimetrò che non rappresenta più solo un mezzo di trasporto utile ma anche un punto di aggregazione dove ci si può incontrare e sviluppare il senso di comunità. L’iniziativa – ha concluso l’assessore – rappresenta, in sostanza, per le sue caratteristiche il modo di pensare che ha animato finora l’azione dell’amministrazione comunale: ossia creare eventi aggregativi valorizzando i luoghi della città in modo creativo ed innovativo».
In rappresentanza di Minimetrò Valentina Trepiedi ha confermato che «l’azienda, unitamente all’amministrazione comunale, ha la ferma volontà di favorire l’utilizzo di questo mezzo di trasporto affinché sia vissuto non solo come strumento per gli spostamenti ma anche come sede di eventi. Non a caso nel tempo sono state molteplici le iniziative compiute all’interno del Minimetrò, tutte di grande successo. Ciò a conferma del fatto che i perugini sentono come proprio questo mezzo di trasporto, mentre per i turisti è diventato una vera e propria attrazione turistica».
Gli organizzatori Sereni e Mariani hanno sottolineato come la location prescelta per l’evento sia unica nel suo genere, visto che il backstage sarà posto alla distanza di un chilometro dal red carpet. Un’autentica sfida che è nata per caso ma che sta diventando ormai un appuntamento fisso.
Infine Linda Boranga ha riconosciuto che la sfida posta è stata da lei subito accolta in quanto «l’evento è assolutamente innovativo e rappresenta una proposta mai provata altrove. Nonostante lo scetticismo iniziale già la prima edizione è stata un successo ed ora si punta a compiere un ulteriore salto in avanti. Di sicuro c’è che le modelle scendendo dalla navetta con i loro splendidi abiti potranno valorizzare ulteriormente un luogo molto bello come è il terminal del minimetrò».