Il tema di quest’anno è “Tabacco e malattie cardiache”: si stima infatti che fumo attivo e passivo determinino circa il 21% dei decessi per malattie cardiovascolari

PERUGIA – Il 31 Maggio 2018 si celebra in tutto il mondo la “Giornata mondiale senza tabacco”, promossa dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Il tema individuato quest’anno è “Tabacco e malattie cardiache”, che si propone di diffondere informazioni e sensibilizzare la popolazione sul rapporto tra fumo di tabacco e malattie cardiovascolari (quali, ad esempio, infarto cardiaco, ictus cerebrale e arteriopatie periferiche ostruttive), che, nell’insieme, costituiscono la principale causa di morte al mondo. Si stima infatti che il fumo attivo e quello passivo determinino circa il 21% dei decessi per malattie cardiovascolari.

Nell’azienda ospedaliera di Perugia, riferisce una nota dell’ufficio stampa, è attivo da venti anni il “Centro Specialistico per lo Studio ed il trattamento dell’abitudine al fumo di tabacco”, con un centro anti-fumo, di cui è responsabile il professor Marco dell’Omo: «In occasione della giornata mondiale senza tabacco, il personale medico della struttura complessa di Medicina del lavoro diretta da Giacomo Muzi e quello del Centro anti-fumo è disponibile a fornire informazioni ai cittadini su patologie correlate al fumo e sulla dipendenza da nicotina e sui trattamenti di provata efficacia per smettere di fumare. Il punto di informazione sarà allestito nell’ambulatorio del Centro: azienda ospedaliera di Perugia, piano 0, blocco N, ambulatorio 10 dalle ore 8.30 alle 14».

«D’intesa con la direzione aziendale – sottolinea dell’Omo – il Centro anti-fumo potenzierà l’attività di assistenza in favore dei degenti presso l’ospedale Santa Maria della Misericordia, e in particolare per i fumatori affetti da malattie cardiovascolari e dell’apparato respiratorio, da neoplasie, da diabete mellito, da infezione da Hiv). Inoltre intensificheremo l’ attività di formazione rivolte agli operatori sanitari sui metodi per aiutare i fumatori a smettere di fumare. Il personale del nostro Centro collaborerà inoltre alla realizzazione del Progetto “Verso l’Ospedale senza fumo”, previsto dal vigente Piano regionale di prevenzione, che ha l’obiettivo di sviluppare nelle aziende sanitarie la cultura della lotta al tabagismo, fondata anche sulla consapevolezza degli operatori sanitari di essere promotori di stili di vita salubri».