FOTO | Perugia 1416, anche Porta San Pietro ha la sua prima dama

È Emanuela: eletta in una sala Sant’Anna tutta addobbata per l’occasione. Presentati anche gli atleti della Mossa alla torre che scenderanno in campo per il Rione durante il Palio

PERUGIA – Emanuela Varasano è la prima dama eletta dai rionali di Porta San Pietro per l’edizione 2018 di “Perugia 1416”. Sfilerà nel grande corteo della rievocazione perugina, che si terrà dall’8 al 10 giugno prossimi. Insegnante di Scienze naturali a Città di Castello e Gualdo Tadino, prende il posto di Silvia Ferri, strappando la vittoria a Tania Becchetti, Arianna Brando, Alessia Fagiani, Sofia Minchiatti, Silvia Pelli.

«È un onore per me fare la prima dama – dichiara fiera appena eletta – dopo aver seguito e partecipato a Perugia 1416, per il terzo anno. È una grande responsabilità, ma anche un’emozione unica sfilare per la città di Perugia. E non lo nego: il nostro obiettivo, quest’anno, è quello di vincere il Palio. Lo era già dallo scorso anno, ora ancora di più». La cerimonia, presieduta dal Console Francesco Berardi, dal Priore Gianluca Millucci, dall’Alfiere Matteo Pasquini, dal Capitano Fausto Guglielmi, si è tenuta alla presenza del Consiglio e di un caloroso pubblico di rionali intervenuti alla Sala Sant’Anna, di viale Roma, tutta addobbata.

All’evento, presentato da Pierfrancesco Romano, oltre tutto il Consiglio di San Pietro, erano presenti la presidente dell’Associazione Perugia 1416, Teresa Severini, e tanti volti noti degli altri Rioni (il Console Franco Ivan Nucciarelli di Porta Sant’Angelo, quello di Porta Santa Susanna, Michele Bellaveglia, il Priore di Porta Eburnea Stefano Cascianelli), accompagnati dai propri rionali, compreso il presidente dell’Unione modellisti perugini, Paolo Guerri. Per l’occasione è stato presentato il gruppo degli atleti della Mossa alla torre (Lorenzo Barbetti, Valerio Barbetti, Michele Giancarloni, Diego Luchetti, Davide Modesti, Oscar Niccacci, Andrea Piccioni, Daniele Piselli, Nicola Raggetti – capitano -, Riccardo Ripollino, Matteo Velloni) e il tecnico che coordina il Tiro del Giavellotto e la Corsa al Drappo, Sauro Mencaroni. Grazie al sostegno della Fondazione Agraria, la cerimonia è proseguita nel chiostro di Sant’Anna, con un momento conviviale offerto dalla Fondazione Agraria dell’Università di Perugia.