Denunciato un 22enne di Assisi per nulla nuovo a fatti del genere

ASSISI (Perugia) – Faccia a faccia con il ladro. Che colto sul fatto tenta la fuga: miseramente fallita grazie alla determinazione, e al fiato, del proprietario dell’abitazione in cui poco prima aveva provato a introdursi. È quanto successo qualche settimana fa a Santa Maria degli Angeli, dove un 29enne rumeno ha permesso alla polizia di bloccare e denunciare un 22enne assisano (di organi brasiliane) per tentato furto aggravato, possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli e ricettazione.

Sono all’incirca le 4.30 del mattino quando il 29enne viene svegliato dal rumore di alcuni colpi contro l’uscio della propria abitazione. Aperta la porta si ritrova faccia con il 22enne che a quel punto, preso alla sprovvista, si da alla fuga. L’inseguimento dura poco. Il rumeno lo raggiunge, lo acciuffa e poi chiama il 113. Nel frattempo una pattuglia della guardia di finanza che passa di lì si ferma e lo aiuta, in attesa della polizia che nel giro di pochi minuti arriva e prende in consegna il ragazzo.

Il giovane, sottoposto a perquisizione personale, viene trovato in possesso di numerose chiavi di varie forme e dimensioni utilizzate per compiere il reato, oltre che di un pc portatile del quale non riesce a giustificarne proprietà e provenienza che per questo gli viene sequestrato. Il ragazzo, già ritenuto responsabile di numerosi furti, l’ultimo dei quali pochi giorni prima in un centro commerciale di Corciano, tre anni fa era pure stato arrestato, con l’accusa di duplice furto aggravato ai danni di un’attività ricettiva e di un ristorante del centro storico di Assisi. Pochi mesi fa, poi, gli era persino stato fatto divieto, da parte del questore, di ritorno nel Comune di Valfabbrica per tre anni.