Il raid dei ladri nella notte tra lunedì e martedì. I residenti: «Siamo stanchi. È il terzo episodio in un anno da queste parti»

PERUGIA – Esasperati. Evidentemente stanchi, sfiancati, dal continuo susseguirsi di effrazioni e furti in appartamento. L’ultimo ieri, nella notte tra lunedì e martedì. E i residenti di Ferro di Cavallo – popoloso quartiere perugino, appena a ridosso del Renato Curi – adesso sbottano: «Non ne possiamo davvero più».

«Soltanto in questa via è il terzo episodio in neppure un anno». La frequenza dei colpi, circa uno ogni 4 mesi, ben descrive, e spiega, lo stato di allerta della gente del posto: preoccupata di restare lontano da casa per più di qualche ora. Ieri ai ladri ne sono bastate meno di tre per scavalcare l’inferriata, entrare da una finestra e mettere sottosopra l’appartamento in cerca di soldi e preziosi. I proprietari? In vacanza. La figlia, loro ospite per qualche giorno, era uscita intorno alle nove e a mezzanotte, quando è rientrata, si è resa conto dell’accaduto.

Immediata la chiamata al 113. Ma i ladri, a quel punto, non c’erano già più, scomparsi nella notte insieme al bottino (ancora in fase di quantificazione) frutto del blitz.