Breda a casa, Nesta in panchina, il Grifo di corsa a preparare i playoff. Vada come vada: benvenuta serenità

Poco entusiasmo e una valanga di curiosità per il primo allenamento dell’ex Nazionale, lunedì pomeriggio a Pian di Massiano. Le foto dal campo

di D.Cib.

PERUGIA – Non un applauso, non un sussulto. Un po’ di gente, neppure pochissima in fin dei conti, ma niente ultras. Né tifosi vagamente organizzati per accoglierlo. Alessandro Nesta, allenatore del Perugia almeno fino a fine playoff, poi Dio provvederà, si è presentato a Pian di Massiano e ha detto giusto due parole alla minifolla (qualche selfie e una marea di curiosità) assiepata ad aspettarlo. Poche parole. Il giusto. Quante gliene impongono il momento e soprattutto la società: «Felice di essere qui».

Bene inteso: c’è da capirla, la minifolla. Non è l’arrivo dell’ex campione del mondo la notizia del momento. L’esonero improvviso di Breda ha sorpreso la piazza al punto che – tutti d’accordo: l’ex tecnico poteva fare peggio ma pure meglio – dell’arrivo «di quello nuovo» si può pure parlare più avanti. «Qui è una giostra», dice qualcun altro. Che intanto guarda Nesta, sul campo con la squadra, come si guarda un animale strano, sbucato dal nulla, chissà come e chissà perché. Breda a casa, Nesta in panchina, il Grifo di corsa a preparare i playoff. Vada come vada: benvenuta serenità.