Benozzo Gozzoli torna a splendere, pronto un altro restauro top

Marco Caprai
Marco Caprai

Arte show nella terra del Sagrantino. Il main sponsor Caprai: «Montefalco lo dimostra, la bellezza può essere leva dell’economia»

di M. Br.

PERUGIA – Dopo alcuni rinvii, ecco l’appuntamento. Al Museo San Francesco di Montefalco c’è la consegna dei lavori di restauro dei “Grandi francescani” di Benozzo Gozzoli.

Come tutti sanno l’arte è uno dei traini principali del turismo umbro, ancor più dell’ambiente, al pari della enogastronomia. E Montefalco è stata la città umbra che meglio ha interpretato il recupero e il rilancio di opere d’arte come simbolo di vitalità e come proposta per i visitatori, proprio abbinata alla enogastronomia, visto che la zona si presta in particolare alla produzione vitivinicola di alta qualità. La terra del Sagrantino, vino adesso noto in tutto il mondo, si è ritagliato un posto speciale nel palcoscenico internazionale per mostrare la sua bellezza.
Ecco anche spiegato il legame forte che c’è tra l’arte e il vino. Come si sa l’operazione ha come main sponsor le cantine Caprai, con il progetto Caprai4love, che mostra la grande attenzione della maison del Sagrantino per il proprio territorio e per il recupero delle bellezze artistiche. Marco Caprai, che è l’ispiratore di queste scelte, lascia intravedere anche un possibile intervento ulteriore per il futuro, magari insieme ad altri mecenati, visto il rilevante impegno economico: «Stiamo prendendo in considerazione anche il possibile recupero di altri affreschi, perchè questa è comunque la strada per rilanciare l’Umbria e il suo straordinario patrimonio di bellezze artistiche. E la bellezza può essere leva per tutta l’economia regionale».

Quindi si immagina che presto ci sarà un nuovo step per Montefalco, il grande Benozzo Gozzoli e l’arte umbra. Ma intanto ecco la lista degli interventi per la festa del recupero dei “Grandi Francescani”: a fare da padrona di casa la sindaco di Montefalco, e neosenatrice del centrodestra, Donatella Tesei. Quindi Fernanda Cecchini, assessore all’agricoltura della Regione, Ermete Realacci presidente di Symbola fondazione per le qualità italiane, Alessandro Regoli, direttore di Wine news, Bruno Toscano, storico dell’arte.