Un passante ha notato l’anziano vicino all’ingresso dei giardini e ha chiamato la polizia. L’uomo accusato di atti osceni già nel 1992

PERUGIA – L’allarme è scattato quando un passante ha segnalato la presenza di un uomo, di cui è stata fornita una compiuta descrizione, che stava compiendo atti di autoerotismo nei pressi dell’ingresso dei giardini del Frontone.

Data la vicinanza del luogo a complessi scolastici, è stato immediato l’intervento della Volante che ha rintracciato l’uomo mentre stava tentando di allontanarsi dal parco salendo a bordo della propria auto.
Fermato e controllato, è emerso a suo carico un precedente per atti osceni risalente al ’92.
Condotto in questura per gli accertamenti, è stato denunciato a piede libero per atti osceni in luogo pubblico.