L’iniziativa di Bc Fratta e Pallacanestro femminile Umbertide in favore del progetto promosso dal Campus Leonardo Da Vinci

UMBERTIDE (Perugia) – Si chiama baskin ma si legge sport, inclusività e questa volta, grazie a chi c’era, si legge pure solidarietà. Perché i ragazzi e le ragazze che sabato scorso si sono sfidati in amichevole nella palestra del campus ‘’Leonardo da Vinci’’ di Umbertide – da un lato la squadra del liceo, dall’altro quella composta da giocatori del Bc Fratta e dalle atlete della Pallacanestro femminile Umbertide – avevano un unico obiettivo: raccogliere fondi a sostegno del progetto baskin, sport pensato per permettere a normodotati e disabili di giocare insieme, costruire rapporti, rafforzare le identità e le coscienze di chi lo pratica.

Obiettivo decisamente raggiunto. Al termine della partita Bc Fratta e Pallacanestro femminile Umbertide hanno consegnato ai responsabili del Campus, in sostegno del progetto baskin, un assegno di 2.550 euro: frutto di iniziative sul territorio e della vendita di calendari realizzati proprio per raccogliere fondi da destinare alla causa. L’evento, nato grazie al contributo della Fondazione Mòveo e delle due società cestistiche umbertidesi, è stato sostenuto anche dal Comune e dal Duchenne parent Project. Presenti all’iniziativa i presidenti, Lucio Rondini del BC Fratta e Paolo Betti della PFU.