Il campetto del quartiere è impraticabile: «Aiuto dei grandi cercasi». I ragazzi sperano nell’intervento di Comune, Provincia o di un privato

di Gino Goti

PERUGIA – Le continue piogge hanno reso impraticabile un settore del campetto su cui giocano i “ragazzi di Pieve di Campo”, premiati con il Grifetto d’argento dal sindaco di Perugia, Romizi, per l’impegno profuso quotidianamente per tenere in ordine il loro spazio di giochi. Ora però, quando vogliono giocare a calcio, possono farlo soltanto a una porta sola utilizzando mezzo campo.

Lo spazio di fronte a una delle due reti di porta è da giorni, forse da mesi, allagato e l’acqua non accenna a decrescere. Loro hanno i mezzi per fare una piccola manutenzione: raccogliere erbacce e cartacce che il vento e qualche maleducato porta sulla loro preziosa area. Ora il mini sindaco Tommy e i suoi amici chiedono se qualcuno, il comune, la provincia o qualche privato possa intervenire per coprire quella enorme pozzanghera che non rende agibile il campetto.

«Basterebbe forse – dicono in coro – un camioncino di terra o di terriccio, poi a spargerlo possiamo pensare noi». Si spera che l’appello sia raccolto e loro possano disputare una delle solite salutari e meritate partitelle sul campetto dove anche Andrea Romizi, il giorno della premiazione, ha scambiato con i ragazzi qualche passaggio e qualche tiro in porta.