Le precisazioni della società: gli orari del servizio a Perugia e le aperture a Marsciano, Città di Castello, Umbertide, Todi, Castiglione, Gualdo Tadino, Bastia e Gubbio

(riceviamo e pubblichiamo)
di Umbra Acque

PERUGIA – A fronte della ricorrenza di polemiche sull’argomento, Umbra Acque ribadisce di garantire agli utenti un servizio di sportello commerciale in linea con le previsioni di legge.

Lo sportello di Santa Lucia è aperto dal lunedì al venerdì con orario continuato dalle 8 alle 16 e il sabato dalle 8 alle 12.
In aggiunta, e senza che vi sia alcun obbligo, ma per sensibilità nei confronti del territorio, continua ad offrire aperture settimanali su Marsciano, Città di Castello, Umbertide, Todi, Castiglione del Lago, Gualdo Tadino, Bastia Umbra e Gubbio, per fornire informazioni ai clienti ed educarli nell’uso del canale digitale, impiegando risorse che ben potrebbero essere altrimenti dedicate al call center o allo sportello di Perugia.

Più che di centralizzazione dovrebbe parlarsi di razionalizzazione del servizio e gestione efficiente delle risorse disponibili.
Basti pensare che tramite telefono, portale My Umbra e App, in qualunque momento e da qualunque luogo è possibile effettuare tutte le transazioni commerciali; solo per la richiesta cessazione dell’utenza e verifica del contatore si deve ricorrere all’invio della modulistica (scaricabile dal sito www.umbraacque.com) per fax, mail, pec o posta o eventualmente recarsi allo sportello di Perugia, che, peraltro, funziona anche su appuntamento tramite prenotazione on line per evitare inutili code.
E’ inoltre stato attivato un numero dedicato per le associazioni dei consumatori che hanno espresso soddisfazione per la sua efficacia, oltre ad un servizio di videointerpretariato nella lingua dei segni per i clienti non udenti.

Le modalità di funzionamento dello sportello –si precisa- sono esattamente quelle approvate dalla delibera dell’AURI n. 4 del 23 gennaio 2018, a seguito di un confronto fra Umbra Acque e il gruppo di lavoro dei sindaci di Bastia Umbra, Umbertide, Trevi, Gubbio, Panicale, Città della Pieve, Città di Castello, Marsciano e Gualdo Tadino