Vince la Diatec: le foto, il tabellino e il resoconto della partita. Sabato il terzo atto sabato al PalaEvangelisti. Mercoledì invece testa alla Champions

TRENTO – Peccato. Non trova la sorpresa sperata nell’uovo di Pasqua la Sir Safety Conad Perugia. I Block Devils cadono al tie break in gara 2 alla BLM Group Arena di Trento con i padroni di casa che rimettono in equilibrio la serie di semifinale scudetto. Il terzo atto si gioca sabato 7 al PalaEvangelisti alle ore 18, mentre mercoledì sera alle ore 20.30 spazio alla Champions con l’andata dei Playoff 6 contro i russi del Lokomotiv Novosibirsk.

Mastica amaro Perugia e masticano amaro gli oltre duecento Sirmaniaci soprattutto per non aver saputo capitalizzare un importante vantaggio nel primo set di stasera. Avanti 20-24 la formazione di Lorenzo Bernardi ha subito un break di sei punti consecutivi che hanno dato il parziale ai padroni di casa. Bella poi la reazione dei bianconeri nella seconda e terza frazione, ma, dopo il quarto set chiuso ancora in volata dai trentini, il tie break è stato nettamente di marca Diatec con la pipe di Lanza che ha fatto esplodere il folto pubblico presente.

Vince dunque Trento e lo fa nonostante i numeri (a dimostrazione che gli stessi non sono tutto nella pallavolo) siano tutti a favore dei Block Devils. 13 i muri (6 di Anzani) contro i 5 trentini, 10 gli ace (4 per Atanasijevic, 3 per Podrascanin) contro i 3 dei padroni di casa, 49% in ricezione e 52% in attacco per Perugia contro il 42% in ricezione ed il 47% in attacco di Trento. Ma a pallavolo conta soprattutto portare a casa tre set quindi onore alla Diatec che ci ha sempre creduto, alla Sir resta una prova a tratti eccellente con alcuni “vuoti” (oltre al finale del primo set, anche un tie break giocato sotto ritmo) che sono costati carissimo.

C’è poco da recriminare, lo sport è questo, vive anche di sconfitte alle volte anche amare che vanno sapute metabolizzare ed accettare e dalle quali bisogna saper ripartire. Lo faranno sicuramente i bianconeri che stasera, nota lieta nonostante la sconfitta, hanno riabbracciato in campo Aaron Russell rientrato a pieno regime dal secondo set e subito apparso in palla (13 punti con il 62% in attacco e 2 ace).

Uno pari e palla al centro. La strada verso la finale scudetto è tutta da vivere, Perugia potrà farlo tra le mura amiche del PalaEvangelisti che sabato sera dovrà essere, come tante volte in questa stagione, l’arma in più di De Cecco e compagni.

Il match

Formazione consueta per Bernardi con Berger in diagonale con Zaytsev. Vantaggio Trento con il punto di Eder (4-3). Muro di Anzani ed ace di Berger che capovolgono (5-6). +3 Perugia con la pipe di Berger ed il muro di Podrascanin (6-9). Altro break con il contrattacco di Zaytsev (7-11). Torna sotto Trento con Kovacevic protagonista (12-14). L’ace di Atanasijevic riporta i suoi a +4 (12-16). È sempre Kovacevic di là a suonare la carica (14-16), poi due muri di Berger ed Anzani (14-18). È fallosa la Diatec e Perugia scappa (16-22). I padroni di casa non mollano e dimezzano le distanze con il solito Kovacevic (20-23). Il muro di Atanasijevic porta i Block Devils al set point (20-24). I padroni di casa annullano tutti e quattro i set point e portano il parziale ai vantaggi (24-24). Sempre Kovacevic a segno e stavolta set point Diatec (25-24). Ace di Kozamernik (26-24).

Si riparte e c’è Russell in campo per Berger. Parte bene Perugia e proprio con Russell mette a terra il pallone del 2-5. Altri due per i Block Devils con l’ace di Atanasijevic (2-7). Due muri consecutivi dei bianconeri (2-9). Primo tempo di Anzani ed ancora ace di Atanasijevic (2-11). Zaytsev buca il muro trentino e mantiene inalterate le distanze (7-16). Ace di Podrascanin (8-18). Altro ace, stavolta di Atanasijevic e poi primo tempo di Anzani (10-22). È sempre Atanasijevic ad andare a segno ed a mandare Perugia al set point (12-24). Errore di Giannelli dai nove metri. Uno pari (13-25).

È di Russell il primo break del terzo set (1-3). Muro tetto di Zaytsev (4-7). Non passa il primo tempo di Eder (5-9). Vincente la diagonale di Atanasijevic (7-12). Ancora punto Perugia con il maniout di Zaytsev (9-15). Accorcia Trento con Hoag (11-15). I padroni di casa si riportano a -2 dopo i quattro tocchi fischiati nella metà campo bianconera (15-17). Riparte la Sir con due in fila di Atanasijevic e con l’ace di Podrascanin (16-21). In rete il primo tempo di Zingel, è set point Sir (18-24). Chiude lo Zar e manda avanti i suoi (19-25).

Subito 2-0 Trento al via del quarto set. Punti per Vettori e Kovacevic (5-1). Ancora Vettori (7-2). Perugia accorcia con lo smash di Zaytsev (7-4). Fuori Vettori (8-6) che però si riscatta con due attacchi in fila (10-6). I padroni di casa scappano con il muro di Kozamernik (14-9). Muro di Anzani, poi maniout di Zaytsev e poi ace di Russell (16-15). Riparte Trento con Vettori e Kozamernik (19-15). Zaytsev si carica la squadra sulle spalle e la riporta a -1 (21-20). Atanasijevic gioca il maniout ed è parità (22-22). E terra l’attacco di Vettori (23-22). Punto di Kovacevic (24-22) e set point Diatec. Muro di Anzani (24-23). Chiude Kovacevic (25-23).

Avvio equilibrato con Kovacevic che firma il 4-3. Break di Trento con Vettori e l’ace di Kozamernik (6-3). Altri due per i padroni di casa (8-3). C’è solo la Diatec in questo momento (10-4). Perugia non riesce a ricucire il gap e Lanza pareggia la serie (15-10).

Il tabellino

DIATEC TRENTINO – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 3-2

Parziali: 26-24, 13-25, 19-25, 25-23, 15-10

DIATEC TRENTINO: Giannelli 1, Vettori 20, Eder Carbonera 5, Kozamernik 6, Lanza 10, Kovacevic 19, De Pandis (libero), Chiappa (libero), Hoag 4, Zingel 2. N.e.: Teppan, Cavuto, Partenio. All. Lorenzetti, vice all. Petrella.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 1, Atanasijevic 18, Podrascanin 7, Anzani 13, Zaytsev 12, Berger 3, Colaci (libero), Russell 13, Shaw, Della Lunga. N.e.: Andric, Ricci, Cesarini (libero), Siirila. All. Bernardi, vice all Fontana.

Arbitri: Armando Simbari – Roberto Boris

LE CIFRE – TRENTO: 24 b.s., 3 ace, 42% ric. pos., 20% ric. prf., 47% att., 5 muri. PERUGIA: 21 b.s., 10 ace, 49% ric. pos., 24% ric. prf., 52% att., 13 muri.