Quando lo zafferano è un’opera d’arte

Perugia, in via Oberdan gli “Abissi di colore” di Gianfranco Gobbini per la mostra curata da Andrea Baffoni

PERUGIA – In via Oberdan approdano gli “Abissi di colore” di Gianfranco Gobbini.
Quarantacinque opere dell’artista di origini pievesi saranno esposte da domani, 21 aprile, al 6 maggio nello Spazio espositivo Santa Maria della Misericordia per la mostra curata dal critico d’arte Andrea Baffoni.

La pittura astratta di Gobbini si sta sempre più affermando nel panorama artistico nazionale e non solo. La sua è un’arte fondata sul colore che racconta di mondi lontani, perduti nella vastità dello spazio e del tempo. Le sue opere sono infatti il risultato di complesse stratificazioni cromatiche. E nella scala cromatica è il giallo ad occupare la posizione privilegiata. Molte delle opere hanno come protagonista questo pigmento, ricavato esclusivamente attraverso lo zafferano, tra i prodotti identificativi di Città della Pieve.
Per questo motivo la mostra a Santa Maria della Misericordia include anche l’evento “Omaggio allo zafferano di Città della Pieve”, una sezione di otto opere unite dal filo conduttore del giallo.
L’inaugurazione della mostra avverrà alle ore 18 alla presenza dell’artista e del curatore. Parteciperanno l’assessore alla cultura del Comune di Perugia Maria Teresa Severini, il sindaco di Città della Pieve Fausto Scricciolo, il Presidente dell’Ordine degli Architetti Maria Luisa Guerrini e Gianni Vinerbi del Consorzio il Croco di Pietro Perugino Città della Pieve.