“Quando ci credevamo felici, dall’Italia Mondiale al Mondiale senza Italia”. A Foligno arriva Pierluigi Pardo

Pierluigi Pardo, conduttore di Tiki Taka
Pierluigi Pardo, conduttore di Tiki Taka

Durante l’incontro organizzato da Radio Gente Umbra il conduttore di Tiki Taka presenterà il libro “Lo stretto necessario”: uno spunto per parlare di sport, di costume e società. Dove e quando

FOLIGNO (Perugia) – “Quando ci credevamo felici – Dall’Italia Mondiale al Mondiale senza Italia”, è questo il titolo del primo di una serie di incontri dedicati ai personaggi dello sport che Radio Gente Umbra organizza nell’anno di “Foligno Città Europea dello Sport”. L’appuntamento è in programma giovedì 12 aprile alle 18.30 a Palazzo Trinci (Sala Rossa).

Ospite il giornalista e telecronista di Mediaset, Pierluigi Pardo. Il signor “Tiki Taka”, ovvero la trasmissione televisiva che lo ha reso famoso al grande pubblico, ha scritto un romanzo dal titolo “Lo stretto necessario”, edito da Rizzoli, sul cui sfondo ci sono i Mondiali del 2006 vinti dall’Italia del commissario tecnico Marcello Lippi. Nel 2018, ai Mondiali di Russia, l’Italia non ci sarà, ma il libro di Pardo offre uno spunto per parlare di sport, di costume e società. Con Pardo si discuterà della difficile situazione che sta vivendo del movimento calcistico italiano, della sua rifondazione necessaria e del futuro.

Da quell’incredibile notte di Berlino alla mancata qualificazione ai prossimi Campionati del Mondo: si parlerà di cosa è successo e cosa sta tutt’ora accadendo nel nostro Paese. Pardo sarà intervistato dal direttore di Radio Gente Umbra, Fabio Luccioli. L’evento, che ha ottenuto il patrocinio del Comune di Foligno nell’ambito di “Città Europea dello Sport”, vedrà la presenza gli interventi del vicesindaco Rita Barbetti e del consigliere comunale delegato allo Sport, Enrico Tortolini.