Proposte di legge su genitorialità e disoccupazione: raccolte 70mila firme

Raccolta firme
Raccolta firme

Provvedimenti consegnati in Parlamento. In Umbria hanno firmato 570 cittadini per entrambi. Marcaccioli (Uila Uil): «Grande risultato»

UMBRIA – Uila Uil alla fine ci è riuscita, che è riuscita a raccogliere oltre 70mila firme a sostegno di ognuna delle due sue proposte di legge, una a favore della genitorialità, l’altra di disoccupati e pensionati. I due progetti di legge sono stati ora consegnati in Parlamento. Come per tutte le proposte di legge di iniziativa popolare, infatti, ne erano necessarie 50mila per poter sottoporre il testo all’attenzione dell’organo titolare del potere legislativo. In Umbria ne sono state raccolte 570 per la proposta a sostegno di madri e padri lavoratori e altrettante per quella a favore di chi perde il lavoro a pochi anni dalla pensione.

«L’Umbria – ha dichiarato Daniele Marcaccioli, segretario regionale di Uila Uil Umbria –, proporzionalmente alle sue dimensioni e al numero degli abitanti, ha dato una risposta importante. Si tratta di un grande risultato che ha contribuito al raggiungimento di quello nazionale. La nostra è stata un’attività di oltre sei mesi, con iniziative e banchetti per la raccolta firme, che ci ha permesso di avvicinare e incontrare tante persone nei territori e di sensibilizzarli su questioni che riteniamo molto importanti».

«Un risultato reso possibile dall’impegno e dalla dedizione di ciascuna organizzazione territoriale – ha confermato il segretario generale di Uila Stefano Mantegazza –, dei dirigenti e di tutti i militanti che hanno, con passione, incontrato centinaia di migliaia di cittadini per spiegare le nostre proposte e ottenuto il supporto di sindaci e istituzioni locali. Come spesso accade quando si parte per un’avventura, siamo partiti con un obiettivo specifico e, alla fine, torniamo a casa arricchiti da risultati ed esperienze che non ci aspettavamo»,